Svelata l’edizione 2019 del Giro Rosa-Iccrea. L’8 luglio la tappa disegnata in Brianza

Presentazione Giro Rosa-Iccrea

Centro chilometri esatti; partenza da Lissone e arrivo a Carate Brianza, con un lungo tratto nel Comasco. La data? Lunedì 8 luglio. A grandi linee sarà questa la tappa del Giro Rosa-Iccrea 2019 che toccherà la provincia lariana. Si tratta della quarta frazione della corsa che scatterà il 5 luglio con la cronometro a squadre Cassano Spinola-Castellania, in omaggio a Fausto Coppi nelle sue terre. La conclusione il giorno 14 in Friuli con la San Vito al Tagliamento-Udine.
Ieri la presentazione ufficiale a Carate nell’auditorium della Bcc. La competizione è alla sua trentesima edizione e prevede dieci tappe per un totale di 920,4 chilometri tra Piemonte, Lombardia, Veneto e Friuli-Venezia Giulia: 144 atlete al via, in rappresentanza di 24 squadre. Sette team saranno italiani, quattro olandesi, due tedeschi, danesi e spagnoli, uno a testa per Australia, Stati Uniti, Francia, Slovenia, Russia, Belgio e Kazakistan.
La tappa che toccherà il comasco scatterà da Lissone, poi attraverserà Seregno, Mariano Comense, Cantù, Senna, Montorfano, Alzate, Monguzzo per poi dirigersi verso la Brianza lecchese e il traguardo finale di Carate.
Tra gli ospiti della presentazione, Giovanni Pontiggia, presidente della Banca di Credito Cooperativo Brianza e Laghi, che fa parte del gruppo Iccrea.
«Le Bcc si sono da sempre caratterizzate per il sostegno allo sport – ha spiegato Pontiggia – soprattutto alle discipline delle tradizioni popolari più importanti, come è il caso del ciclismo. Ricordo, già in passato, il supporto ad eventi come Piccolo Giro di Lombardia, il Giro Allievi, il Giro d’Italia stesso».
«È naturale che la proposta di abbinamento con il Giro femminile sia stata accolta da Iccrea – ha aggiunto – un gruppo bancario che sta nascendo in questo momento e che quindi si tinge di rosa per questo importante evento».
Proprio la Brianza sarà teatro di una tappa. «Crediamo fortemente nel radicamento territoriale – ha sottolineato Pontiggia – Le Bcc brianzole si sono unite per la nostra tappa, per mostrare luoghi che meritano di essere valorizzati anche per le loro bellezze naturali. Li faremo conoscere nel loro insieme, visto che la tappa toccherà tutta la Brianza: io sono un fautore del sostegno a questa zona nella sua interezza. Bisogna saper superare individualità e campanilismi per tendere sempre a progetti migliori a servizio della gente».
Tra gli ospiti comaschi dell’evento di Carate Brianza, Antonio Molteni, presidente della Fondazione Museo del Ciclismo, Paolo Frigerio di CentoCantù (che cura il comitato locale per il Giro di Lombardia) e il presidente della Federazione ciclistica comasca Franco Bettoni.
«L’entusiasmo è grande sia per l’arrivo del Giro d’Italia in città, che per il passaggio del Giro Rosa-Iccrea – ha detto Bettoni – Eventi che faranno da sprone e daranno grandi motivazioni al nostro movimento, a dirigenti, tecnici e ragazzi delle società comasche».
Tra i relatori della conferenza, il vicepresidente di Regione Lombardia Fabrizio Sala, l’assessore allo Sport Martina Cambiaghi, i rappresentanti delle istituzioni locali delle località toccate dall’evento e il patron della corsa, Giuseppe Rivolta, che si è soffermato anche sulla tappa del prossimo 8 luglio.
«Sono strade che conosco bene e dove mi capita di pedalare spesso – ha specificato – L’idea di base era di andare a toccare Brianza monzese, comasca e lecchese. È una tappa che, dando un’occhiata all’altimetria, non dovrebbe essere difficile, ma, per le sue caratteristiche, sarà soggetta a scatti continui. Sono convinto che alla fine uscirà un gruppo di una decina di atlete che raggiungeranno il traguardo per contendersi la vittoria».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.