Svizzera, chiusi valichi minori confine

Incanalare transiti in punti frontiera maggiori per controlli

(ANSA) – GINEVRA, 11 MAR – L’amministrazione svizzera delle dogane ha annunciato oggi la chiusura di nove dogane secondarie al confine con l’Italia per incanalare il traffico nei posti di frontiera più grandi. Lo riferiscono oggi i media svizzeri al termine di una conferenza stampa a Berna delle autorità sulle misure per contenere la diffusione del coronavirus. Stando alle autorità, riferisce l’agenzia di stampa svizzera Keystone-Ats – questa misura, con effetto immediato, permette alla Svizzera di svolgere al meglio il suo compito di monitoraggio. Al confine con l’Italia vengono controllate le persone in entrata, chiedendo il motivo del loro viaggio in Svizzera. Se la trasferta è effettuata per ragioni non lavorative, alle persone viene suggerito di tornare in Italia, ma non sussiste alcun obbligo poiché al momento manca una base legale.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.