Svizzera, in tre giorni raddoppiato il numero dei nuovi positivi

Nei bar servizi solo al tavolo

«In 14 giorni l’incidenza della malattia è di 495 casi per 100mila abitanti. Abbiamo chiaramente superato tutti i Paesi vicini. Abbiamo più casi che Francia e Spagna».
Lo ha detto ieri Stefan Kuster, responsabile per le malattie infettive presso l’Ufficio federale della sanità pubblica svizzera, durante la conferenza stampa convocata per comunicare i dati sulla situazione epidemiologica.
Nella Confederazione e in Liechtenstein (i numeri dei due Stati sono aggregati, ndr) sono stati registrati nelle ultime 24 ore 6.634 nuovi casi di Covid-19; dieci le persone decedute, 117 i nuovi ricoveri.
Il dato di ieri è più che doppio rispetto a quello di martedì (3.008) e giustifica quindi l’allarme delle autorità sanitarie elvetiche.
Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati in Svizzera 25.061 tamponi. Il tasso di positività medio dall’inizio della pandemia è del 6,7%. Ma nelle ultime due settimane le nuove infezioni sono state 42.481, con un tasso di 494,9 casi per 100mila abitanti.
In Canton Ticino, i contagi registrati nelle ultime 24 ore sono stati 295, per un totale di 5.327 infezioni dall’inizio della pandemia.
Registrata anche una nuova vittima, che fa salire il numero dei morti per Coronavirus a 353.
Nell’altro cantone confinante con l’Italia, i Grigioni, i nuovi casi sono stati 92 (1.694 contagi in tutto), mentre i decessi sono sempre fermi a 50.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.