Svizzeri residenti all’estero, la maggioranza sceglie la vecchia Europa

Bandiera Svizzera

È l’Europa il principale continente di residenza degli Svizzeri all’estero nel 2020. Secondo le più aggiornate statistiche ufficiali, alla fine del 2020 oltre un cittadino svizzero su dieci viveva all’estero. Poco meno dei due terzi erano stabiliti nel Vecchio continente , in particolare in Francia. Il loro numero è cresciuto dello 0,7% rispetto al 2019. La progressione delle persone dai 65 anni in su era molto più netta (+2,8%).

Nel complesso, secondo quanto emerge dai risultati della statistica degli Svizzeri all’estero realizzata dall’Ufficio Federale di Statistica, la proporzione di donne continua ad essere superiore rispetto a quella degli uomini. Nel 2020, presso le rappresentanze competenti svizzere all’estero erano registrati 776.300 Svizzeri, pari allo 0,7% in più rispetto al 2019. Questo incremento è tuttavia meno rilevante di quelli registrati nel 2019 e nel 2018 (rispettivamente +1,4 e +1,1%).

Rispetto al 2019, il numero di cittadini svizzeri è aumentato in Europa (+1,4%) e in Oceania (+0,7%), mentre è diminuito in America (–0,2%), in Asia (–1,0%) e in Africa (–2,9%). Sui 490.800 Svizzeri all’estero che vivevano in Europa (63%), 200.900 erano stabiliti in Francia e nei suoi territori d’oltremare. Dietro la Francia si situavano la Germania (94.600 persone), l’Italia (50.200), il Regno Unito (37.700) e la Spagna (24.500). In tutti questi Paesi il numero di cittadini elvetici è cresciuto; l’aumento più sostenuto è stato registrato in Germania (+2,5%), mentre quello più lieve in Francia (+0,5%).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.