Svolta Civica presenta un’interrogazione sul futuro parcheggio di viale Varese

Il rendering dei nuovi parcheggi di viale Varese
Il rendering dei nuovi parcheggi di viale Varese
Il rendering dei nuovi parcheggi di viale Varese

La nuova, per ora ancora ipotetica area verde a ridosso delle mura in viale Varese, con annesso ridisegno della sosta e la realizzazione di 85 posti auto, chiama all’azione “Svolta Civica”. L’ipotesi presentata nei giorni scorsi alle associazioni di categoria dall’azienda Nessi e Majocchi – e già contestata a suon di firme da un comitato – ora vede salire sul ring un altro protagonista. È il consigliere Vittorio Nessi a farsi portavoce e a spiegare i contenuti di un’interrogazione presentata sul tema. «Nell’aprile scorso è stata presentata in Comune, da parte dell’azienda Nessi e Majocchi, una proposta di realizzazione di un parcheggio a raso lungo viale Varese. Realizzazione che prevede, in contropartita da parte del Comune la concessione del parcheggio, con relativo flusso di cassa, alla società proponente per 30 anni. Che risulta essere stato presentato all’amministrazione anche un ulteriore progetto di ampliamento dell’attuale parcheggio di viale Varese. Progetto che prevederebbe l’intervento diretto da parte del Comune, il quale potrebbe realizzare l’opera pubblica e mantenere il gettito derivante dalla sosta dei veicoli. Tale ultimo piano, a firma degli ingegneri comaschi Davide Zizolfi e Gianmarco Tavola prevede nove posti in più del progetto Nessi & Majocchi ed un costo inferiore di circa tre milioni e mezzo oltre al mantenimento dell’attuale zona a verde». Queste le premesse del documento che chiede innanzitutto se «l’amministrazione sia dotata di un piano parcheggi. A quanto ammontino gli introiti annuali dell’attuale parcheggio in viale Varese e se nelle proposte della società Nessi e Majocchi è prevista la rinuncia da parte del Comune (Csu) a tali introiti». Ma non solo. In aggiunta anche se «i menzionati progetti prevedono il pagamento della sosta anche nelle ore notturne e se l’amministrazione intenda portare a termine il progetto di realizzazione di altri parcheggi e in che termini e in particolare quale sia lo stato della pratica relativa alla realizzazione di parcheggi presso il Collegio Gallio». Intano Palazzo Cernezzi avrà tempo fino al 27 luglio per prendere una decisione.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.