Svolta green sul Lago di Lugano: a settembre l’inaugurazione del primo battello elettrico

La motonave Ceresio in navigazione sul Lago di Lugano. Dal 14 settembre sarà il primo battello elettrico in servizio sui laghi svizzeri

Svolta green per la Navigazione del Lago di Lugano. La società che gestisce il trasporto pubblico sulle acque del Ceresio inaugurerà il prossimo 14 settembre la prima motonave elettrica a ricarica rapida che sarà attiva quotidianamente per il trasporto passeggeri. Un progetto complesso, ingegneristicamente avveniristico che porterà a nuova vita il battello “Ceresio”, uno scafo storico varato nel lontano 1931 e che ora accoglierà una propulsione totalmente elettrica.
«Con il “Progetto Venti35”, il Lago di Lugano sarà dotato del primo battello di linea full-electric della Svizzera, interamente progettato e realizzato in Canton Ticino – spiega la società di navigazione ticinese in un comunicato diffuso ieri – Punti cardini del “Progetto Venti35” sono la tutela ambientale con una navigazione a zero emissioni di Co2, la creazione di un circuito turistico per una green economy del lago, la realizzazione di un centro di formazione e ricerca per nuove professionalità legate al mondo della nautica elettrica. Entro il 2035, inoltre, l’intera flotta di Lugano sarà elettrica».
Dopo aver avviato il progetto sui laghi ticinesi, l’obiettivo successivo della Navigazione del Lago di Lugano, che da oltre 170 anni gestisce il servizio di trasporto sul Ceresio, è quello di promuovere l’elettrificazione a livello federale e supportare gli altri laghi e le Navigazioni interessate a rimotorizzare i propri battelli e a integrare la propria flotta con nuovi battelli a emissioni zero e a realizzare le necessarie infrastrutture di ricarica.
«Tutto questo – si legge ancora nel comunicato – al fine di implementare un percorso di decarbonizzazione e far sì che la navigazione sia un’esperienza ecologica e a zero emissioni non solo in Canton Ticino, ma per tutta la Svizzera dove la navigazione riveste un ruolo importante per il turismo e il traffico d’escursione. I circa 150 battelli delle imprese di navigazione titolari di concessione federale trasportano ogni anno 13 milioni di passeggeri sui laghi svizzeri».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.