Tablet e foto digitali, più multe: a Como oltre 200 sanzioni al giorno
Territorio

Tablet e foto digitali, più multe: a Como oltre 200 sanzioni al giorno

Più multe e meno contenziosi. L’addio al vecchio blocchetto delle contravvenzioni, sostituito dagli strumenti tecnologici, cambia il lavoro dei vigili e contribuisce all’impennata delle sanzioni, che lo scorso anno a Como sono state quasi 80mila, 217 al giorno, il 9% in più rispetto al 2015.

«Con l’attivazione del controllo elettronico degli accessi alla zona a traffico limitato abbiamo stimato un aumento di un ulteriore 20% minimo delle multe», dice il comandante della polizia locale del capoluogo Donatello Ghezzo. Il bilancio dell’attività sanzionatoria dello scorso anno, come da tradizione è stato stilato ieri, in occasione della ricorrenza del patrono dei vigili san Sebastiano e 148esimo anniversario della nascita del corpo di Como. Il numero delle contravvenzioni per violazioni del codice della strada è in aumento già da tre anni. Le multe sono passate da 63.491 nel 2014 a 72.801 nei dodici mesi successivi e quindi a 79.456 nell’anno appena concluso. La media giornaliera è di 217 multe comminate nel capoluogo da agenti della polizia locale e ausiliari della sosta.

«La compilazione delle contravvenzioni ormai viene fatta esclusivamente con palmari e tablet – spiega Ghezzo – L’agente effettua anche le fotografie dell’auto, che allega al verbale, sempre in formato digitale. Questo procedimento da un lato velocizza e facilita il lavoro di chi deve comminare le sanzioni e dall’altro riduce drasticamente i contenziosi. L’utente, che tramite un’apposita password personale può accedere ai suoi documenti, davanti alle foto generalmente evita di contestare la multa». Per i prossimi mesi, per gli automobilisti indisciplinati si prospettano tempi ancora più difficili. «L’accensione degli strumenti elettronico per controllare l’accesso ai varchi della zona a traffico limitato – conferma il comandante della polizia locale – farà incrementare almeno di un ulteriore 20% le multe, secondo le analisi che abbiamo fatto. Anche in questo caso, la tecnologia faciliterà il lavoro di controllo e di accertamento dei comportamenti illeciti. Non ci sarà più bisogno neppure di esporre i pass perché tutte le verifiche saranno fatte dagli strumenti appositi». «

Al di là dei numeri – aggiunge Donatello Ghezzo – credo sia importante sottolineare i molteplici ruolo dell’agente della polizia locale, che ha una miriade di competenze e offre un servizio ai cittadini che incorpora e integra funzioni diverse, dalla sicurezza all’ascolto».

Anna Campaniello

21 gennaio 2017

Info Autore

Redazione Corriere di Como

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Archivio
dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto