Tagli al trasporto pubblico, i Comuni contro la Regione

Documento unitario degli assessori provinciali e dei capoluoghi lombardi
(a.cam.) «La Regione ha prospettato un taglio di 100 milioni di euro per il trasporto pubblico su gomma. È inaccettabile. Se questo scenario fosse confermato, non saremmo in grado di tutelare la domanda debole, ovvero tutti i servizi nei quartieri con un numero ridotto di utenti».
L’assessore ai Trasporti del Comune di Como, Daniela Gerosa, attacca duramente il Pirellone dopo la conferenza regionale del trasporto pubblico, nella quale sono stati annunciati tagli significativi dei fondi. «In accordo con tutti gli assessori alla Mobilità dei Comuni capoluogo e delle Province stiamo mettendo a punto una presa di posizione comune contro questa ipotesi – dice Daniela Gerosa – Firmeremo un testo nel quale chiediamo alla Regione Lombardia di bloccare questi tagli e andare a discutere con il governo per studiare soluzioni alternative. Non è sui servizi che si deve tagliare ma sulle strutture, in modo da non danneggiare i cittadini. In questo modo, invece, saremmo costretti ad andare a tagliare i servizi e le corse, soprattutto nelle zone periferiche».
I tagli sul trasporto pubblico annunciati dalla Regione sono di complessivi 150 milioni di euro in Lombardia, dei quali circa 50 sulle linee ferroviarie e 100 per i servizi su gomma.
«Alla Regione e al governo nazionale – si legge in una nota congiunta dei rappresentanti degli enti locali – chiediamo di collaborare proficuamente per individuare una soluzione che consenta di non riversare sull’utenza e sull’occupazione le iniziative di spending review che sono rivolte alle Regioni. Le esigenze di ridurre la spesa pubblica possono essere declinate diversamente».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.