Cronaca

Tagli alle spese in Valduce. Ma non si toccano i dipendenti

altLa Enoc ha incontrato i vertici di Asl e Sant’Anna, poi i sindacati
Tagli alle spese per quattro milioni di euro, ma senza riduzioni del personale né cancellazione di servizi. Bilancio positivo per l’ospedale Valduce al termine di un’intera giornata di riunioni e trattative. La procuratrice speciale Mariella Enoc ha incontrato prima i direttori generali dell’azienda ospedaliera Sant’Anna e dell’Asl, poi le organizzazioni sindacali. Sul tavolo il futuro del presidio di via Dante, alle prese con un bilancio con perdite per 9 milioni di euro da riportare necessariamente in pareggio.
Nella prospettiva di una riduzione delle spese, Mariella Enoc ha indicato tra le strade da intraprendere una maggiore collaborazione e integrazione con il Sant’Anna. A questo proposito ieri mattina si è tenuto un primo incontro con il direttore generale

dell’azienda ospedaliera di via Ravona Marco Onofri e il direttore sanitario Giuseppe Brazzoli. Il faccia a faccia è avvenuto nella sede dell’Asl, in presenza del numero uno Roberto Bollina.
«È stata una riunione mirata alla massima collaborazione tra le strutture sanitarie – fanno sapere dal Valduce – affinché nessun cittadino del territorio sia penalizzato riguardo ai servizi sanitari attualmente erogati. Si è preso atto della disponibilità a collaborare da parte delle realtà presenti. Nelle prossime settimane seguiranno altri incontri per eventuali provvedimenti specifici».
Il presupposto dei lavori, come indicato in una nota ufficiale diffusa al termine della riunione, è stata la decisione di «evitare una riduzione dei servizi sanitari ai comaschi».
«Preso atto delle difficoltà che sta attraversando l’ospedale Valduce – si legge nella nota dell’Asl – è stato avviato un percorso che consentirà una valutazione, concertata con Regione Lombardia, delle proposte di ristrutturazione che saranno presentate dall’ospedale. L’obiettivo è attuare soluzioni che escludano nel modo più assoluto ricadute negative sul territorio in termini di erogazione di servizi ai cittadini».
«È stato un incontro produttivo – commenta il direttore generale dell’Asl Roberto Bollina – Ho riscontrato la grande disponibilità di Mariella Enoc a cercare insieme soluzioni che non penalizzeranno il territorio in termini di erogazione di servizi sanitari e lo spirito di piena collaborazione del direttore generale del Sant’Anna Marco Onofri».
Nei prossimi giorni, i vertici del Valduce presenteranno un piano dettagliato degli interventi in programma per ridurre i costi. Le soluzioni saranno poi valutate nell’ambito di una ulteriore riunione. «Si è svolta una riunione interlocutoria in cui abbiamo ascoltato le problematiche relative all’ospedale Valduce – ha sottolineato Onofri – Abbiamo inoltre ribadito la nostra disponibilità a confrontarci con Asl e Regione per trovare soluzioni che possano essere idonee alle esigenze della cittadinanza. La prossima settimana ci rivedremo per stabilire le strategie più adatte».
Terminato il primo round, per Mariella Enoc ne è iniziato un secondo con le organizzazioni sindacali. La trattativa si è protratta per quattro ore e l’esito è stato positivo. «Abbiamo raggiunto un’intesa di massima che sarà formalizzata e definita nei prossimi giorni – hanno commentato i rappresentanti di Cgil, Cisl e Uil – Il punto essenziale è che non ci saranno interventi sul personale né riduzioni delle attività».
La procuratrice speciale del Valduce ha prospettato tagli dei costi per quattro milioni di euro, indispensabili per far fronte ad una perdita di circa nove milioni di euro. La scure si abbatterà soprattutto sui cosiddetti “costi accessori” del personale, benefit e incentivi. L’intervento, assieme con una razionalizzazione delle attività e una riorganizzazione dei servizi, dovrebbe scongiurare il rischio licenziamenti.
«Le riduzioni sono temporanee e c’è l’impegno, una volta superata l’emergenza, a valorizzare le professionalità all’interno del Valduce – fanno sapere ancora i rappresentanti sindacali – Aspettiamo i dettagli dell’accordo che sottoporremo poi ai lavoratori in un’assemblea già convocata per martedì prossimo». Saranno vagliate anche le disponibilità dei dipendenti a passare dal tempo pieno al part-time, un’altra delle soluzioni caldeggiate dalla Enoc, magari solo per un periodo limitato di tempo.

Anna Campaniello

Nella foto:
Un’agitazione sindacale davanti all’ospedale Valduce. Ieri la procuratrice Mariella Enoc ha incontrato anche i sindacati
25 Gennaio 2013

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto