A Como la Tasi sarà più cara anche dell’Imu 2012

1tasseAumento medio di 45 euro per la prima casa, che sale per le famiglie con figli

Si avvicina la scadenza della prima rata della Tasi per i comaschi, prevista per il 16 ottobre. Ieri l’Ufficio studi della Cgia di Mestre ha comparato l’importo che i proprietari di prima casa pagheranno quest’anno con la Tasi rispetto a quanto hanno versato nel 2012 quando c’era l’Imu. Il risultato è che in 2 comuni capoluogo su 3 il nuovo tributo sarà più “leggero” della vecchia imposta municipale.
Peccato che in questi due terzi delle città non via sia Como, che anzi, “brilla” tra le realtà in cui si dovrà pagare di più rispetto a due anni fa.
La Città di Volta si trova all’undicesimo posto in Italia con un balzo da 403 a 448 euro (+45) e al secondo in Lombardia per aumento, dopo il record di Mantova (+120), ma che con la Tasi 2014 si ferma a 319.

Anche a livello assoluto, confronto con la vecchia Imu a parte, la Tasi pesa molto sui comaschi rispetto al resto d’Italia. In questa seconda classifica ci troviamo in decima posizione, il record spetta a Bologna con 867 euro, quindi Genova con 725, Milano (624), Trieste (550), Rimini (512), Padova (476), Venezia (461), Roma (459), Siena (455) e Como.
La situazione cambia in senso peggiorativo in presenza di figli o per rendite più basse. Il servizio completo domani in edicola sul “Corriere di Como”.

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.