Taiwan, incursione di 25 aerei cinesi nello spazio di difesa

Nel giorno della fondazione della Repubblica popolare di Cina

(ANSA) – PECHINO, 02 OTT – L’aeronautica militare di Taiwan è stata dispiegata oggi per mettere in guardia 25 aerei cinesi entrati nella zona di difesa aerea dell’isola, nel giorno in cui Pechino ha celebrato la fondazione della Repubblica popolare di Cina. In base a quanto comunicato dal ministero della Difesa taiwanese, l’ultima incursione cinese ha coinvolto 18 caccia J-16 e quattro Su-30, due bombardieri H-6 con capacità nucleare e un aereo antisommergibile. Di conseguenza, Taipei ha inviato aerei da combattimento come segnale di allerta, mentre i sistemi missilistici sono stati schierati in un’operazione di monitoraggio. Gli aerei cinesi hanno volato tutti in una zona intorno alle isole Pratas, con i due bombardieri avvicinatisi ancora di più, secondo una mappa diffusa dal ministero. La missione, la più grande da quella di giugno fatta coinvolgendo 28 aerei dell’aeronautica, è arrivata all’indomani dell’attacco di Pechino al ministro degli Esteri di Taiwan Joseph Wu, usando le parole di Mao Zedong per denunciarlo come una mosca "stridula" per gli sforzi sulla promozione di Taiwan a livello internazionale. La Cina ritiene Taipei una provincia ribelle, destinata a essere riunificata anche con l’uso della forza se necessario: da anni, dalla salita al potere della presidente Tsai Ing-wen, ha intensificato la pressione militare e politica al fine di costringere l’isola ad accettare la sovranità cinese. Taiwan, al contrario, ha rafforzato la sua convinzione di essere un Paese indipendente, libero e democratico. (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.