Talebani, priorità stabilizzare il Paese, non i diritti

'Su donne e minoranze processo sarà graduale

(ANSA) – ROMA, 09 OTT – Sui diritti delle donne e delle minoranze in Afghanistan, "quello che chiediamo è di avere tempo. Questo processo avverrà gradulamente", ma "in questo momento la nostra priorità è stabilizzare il Paese dopo 40 anni di guerra". Lo ha detto in un’intervista ad Al Jazeera il portavoce del ministero degli Esteri dei talebani, Abdul Qahar Balkhi. "Non vogliamo interferenze nei nostri affari interni, come noi non interferiamo in quelli degli altri. Non vogliamo che l’Afghanistan sia un terreno di competizione", ha proseguito il portavoce, affermando che il suo governo si impegna a garantire "tutte le libertà assicurate dall’islam". (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.