Tangenti all’Agenzia delle Entrate: in Tribunale raffica di patteggiamenti

Agenzia delle entrate

Erano finiti nella seconda ondata di arresti chiesti dalla Procura di Como in seguito alle indagini sulle presunte tangenti che ruotavano attorno all’Agenzia delle Entrate della città. Per quattordici nomi – di professionisti, imprenditori e funzionari – il gip aveva concesso la custodia cautelare tra carcere e domiciliari. oggi, gran parte di questi indagati si sono seduti di fronte al giudice dell’udienza preliminare di Como, Carlo Cecchetti, per definire la propria posizione patteggiando la pena dopo aver raggiunto un accordo con l’accusa. In Tribunale si sono presentati commercialisti (nove), funzionari ed ex dirigenti dell’Agenzia, ma anche avvocati e imprenditori. I patteggiamenti sono andati da un minimo di 10 mesi ad un massimo di 2 anni e 6 mesi.

I dettagli sul Corriere di Como in edicola venerdì 17 luglio

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.