Tangenziale e Pedemontana gratis per il 2015

La circonvallazione di Varese apre il 24 gennaio, Como dovrà aspettare
(m.d.) Per tutto il 2015 non si pagherà il pedaggio sulle prime tratte della Pedemontana che verranno aperte al traffico a partire dal 24 gennaio del prossimo anno. Per la tangenziale di Como, però, bisognerà aspettare ancora «qualche tempo».
Lo ha annunciato ieri il presidente della Regione, Roberto Maroni, al termine della riunione della giunta lombarda. I primi tronconi della Pedemontana a entrare in funzione dal 24 gennaio saranno la tangenziale di Varese e i 15 chilometri di collegamento tra Lomazzo e Cassano Magnago (Varese), la cosiddetta “tratta A” che connetterà l’A9 con l’A8 attraversando, nella Bassa Comasca, anche i comuni di Turate, Fenegrò, Limido Comasco e Mozzate.
«La tratta A della Pedemontana e la tangenziale di Varese saranno messe in esercizio il 24 gennaio 2015, mentre la tangenziale di Como verrà aperta qualche tempo dopo», ha detto ieri Maroni. «Per tutto il 2015, come promesso – ha aggiunto – queste tratte saranno esentate dal pedaggio. Nel frattempo negozieremo con il governo una modifica del piano perché ritengo che, finché non saranno tutte completate, queste tratte debbano essere senza pedaggio. Intanto, in ogni caso, saranno esentate per tutto il 2015».
Sull’assenza di pedaggio è intervenuto anche il consigliere regionale di Forza Italia Alessandro Fermi, da pochi giorni nominato sottosegretario dallo stesso Maroni. «Come da mia mozione – ha detto Fermi – è stato confermato che, almeno fino alla fine del 2015 le tangenziali saranno gratuite. Stiamo valutando se sia possibile continuare anche dopo, ma sicuramente per il prossimo anno non ci sarà pedaggio»
«In tal modo – ha commentato Francesco Dotti, consigliere regionale di Fratelli d’Italia – sono state recepite le istanze del consiglio regionale, attraverso una mozione firmata dai consiglieri lariani dopo le legittime richieste di automobilisti e associazioni di categoria. La scorsa settimana avevo ribadito che il primo lotto doveva essere gratuito “senza se e senza ma”. Quello di oggi è un primo passo».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.