Tangenziale, stop ai vincoli sul secondo lotto

Dopo sette anni

Si allontana ancora di più il secondo lotto della Tangenziale di Como. Si tratta della prosecuzione del primo tratto, già in costruzione tra Grandate ed Albate. Il secondo lotto, che dovrebbe collegare Albate con Albese con Cassano, è già stato in realtà accantonato, per il momento, a causa dell’elevato costo previsto per la sua realizzazione.
Il 23 novembre scorso è decaduto, dopo 7 anni, il vincolo sugli immobili interessati dal progetto preliminare del secondo lotto. Un vincolo che

impediva le vendite in vista dei possibili espropri delle aree in questione.
«Una buona notizia per tutti coloro che hanno delle proprietà lungo il tracciato del secondo lotto della Tangenziale di Como», dichiara il consigliere regionale del Pd Luca Gaffuri.
«Dopo la scadenza del vincolo, le procedure per gli espropri dovrebbero ripartire dall’inizio – conclude Gaffuri – La tangenziale deve però essere completata, non può rimanere a metà. La Regione chiarisca come intende procedere».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.