Cronaca

Tarlo asiatico, florovivaisti in allarme

Danni in tutta la Lombardia
Al via una campagna di sensibilizzazione per debellare il coleottero
Esperti internazionali a confronto, da ieri e fino a domani, a Milano in un convegno pensato per unire le forze contro il tarlo asiatico, un piccolo ma dannosissimo nemico delle piante. Da ormai dieci anni l’insetto – nome scientifico Anoplophora chinensis e Anoplophora glabripennis – importato dall’Estremo Oriente, causa ingenti danni a parchi e giardini.
«La situazione sul nostro territorio fortunatamente non è allarmante – dice Francesco Renzoni, direttore della Coldiretti
di Como e Lecco – Indubbiamente in Lombardia il problema esiste ed è importante che sia monitorato, ma sul Lario non abbiamo segnalazioni di casi rilevanti. Ben vengano comunque riflessioni e confronti sul tema, che in alcuni territori è davvero un problema».
Il tarlo asiatico misura dai 2 ai 4 centimetri, ha due lunghe antenne sul capo, il colore blu scuro, lucido, mentre ventre e zampe sono ricoperte da un rivestimento azzurro. In caso di avvistamenti, è bene segnalarlo alla Regione o alla Provincia, in modo che gli esperti possano intervenire. Proprio in occasione del convegno internazionale, la Regione ha rilanciato la campagna di sensibilizzazione.
Gli specialisti stanno facendo il punto sui metodi di lotta al temuto coleottero. «Innocuo per le persone, il tarlo asiatico causa ogni anno danni ambientali ed economici ingenti – ha spiegato l’assessore regionale all’Agricoltura, Giulio De Capitani, che ieri ha aperto i lavori del simposio – Non esistono ancora strategie per debellarlo definitivamente. Da oltre 10 anni, il servizio fitosanitario regionale e l’Ersaf si occupano di prevenire, individuare e circoscrivere i focolai per evitare una propagazione degli insetti che avrebbe effetti davvero devastanti. I maggiori danni interessano i florovivaisti, una categoria già in difficoltà che rischia di essere ulteriormente danneggiata».

Anna Campaniello

Nella foto:
Un esemplare di Anoplophora chinensis, caratterizzato da lunghe antenne
10 Maggio 2012

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto