Task force più coordinate per cercare le persone scomparse

Firmato un protocollo in Prefettura
Evitare sovrapposizioni e sapere in tempo reale chi e come deve prendere in mano la situazione, per non perdere minuti che potrebbero rivelarsi fondamentali.
È l’obiettivo del protocollo approvato ieri mattina in Prefettura per il coordinamento degli interventi in caso di ricerca di una persona scomparsa. L’intesa è stata siglata, oltre che dal prefetto, dai rappresentanti di Procura della Repubblica, amministrazione provinciale, polizia di Stato, carabinieri, guardia di finanza

, vigili del fuoco, Corpo forestale dello Stato, Servizio di emergenza e urgenza 118 e Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (Cnsas). Il protocollo definisce le modalità di intervento in tutti i casi di denuncia di scomparsa, dall’incidente al presunto allontanamento volontario, dalla tragedia al disperso.
«Abbiamo suddiviso il lavoro in due grossi capitoli – spiega il prefetto Michele Tortora – Nel caso di scomparsa presumibilmente collegata a un reato, il coordinamento va alla Procura e c’è una precisa modalità di intervento. L’altro filone riguarda invece le persone scomparse ad esempio in montagna, nei boschi o nel lago o per altri problemi particolari. In questi casi è importante che ci sia una regia, per evitare il rischio di sovrapposizioni e perdite di tempo nelle ricerche».
La pianificazione degli interventi è stata studiata in modo da «definire l’assetto organizzativo, a livello locale, dei ruoli operativi e delle attività connesse alle battute di ricerca e soccorso, al di fuori degli ambiti di competenza che presuppongano un intervento dell’autorità giudiziaria».
Nel recente passato, il caso di scomparsa più eclatante sul territorio lariano era stato quello di Nicola Tavaglione, il 14enne di Locate Varesino ritrovato a Zurigo dopo una settimana di ricerche.

Anna Campaniello

Nella foto:
Soccorritori lariani in procinto di entrare in azione. Non perdere tempo è essenziale

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.