Cronaca

Tassa di soggiorno, c’è il via libera della giunta

alt In via di definizione gli importi
Ora il provvedimento passerà in consiglio comunale. Si parte il 1° maggio

La giunta ha approvato ieri la delibera per l’istituzione dell’imposta di soggiorno. Si è chiuso così il previsto iter di confronto con le associazioni di categoria promosso dall’assessorato alle Attività Produttive, rappresentato da Gisella Introzzi, e dall’assessorato alla Cultura e al Turismo, rappresentato da Luigi Cavadini.
La proposta, presentata da Giulia Pusterla e il relativo regolamento (presentati all’esecutivo sempre da Giulia Pusterla) passeranno ora all’esame del consiglio comunale. Per quanto riguarda le tariffe, come previsto dalla

normativa, saranno determinate dalla giunta successivamente all’istituzione.
«La misura dell’imposta – spiega l’assessore Pusterla – sarà differenziata secondo criteri di gradualità stabiliti in rapporto alle caratteristiche ed ai servizi offerti dalle strutture ricettive. Per gli alberghi si terrà conto anche della classificazione attribuita mediante il numero di stelle. Il gettito sarà destinato a finanziare interventi in materia di turismo, per sostenerne lo sviluppo». «Così come concertato con le associazioni di categoria – aggiungono i colleghi Introzzi e Cavadini – i contributi verranno utilizzati per azioni di promozione turistica, come il potenziamento dei servizi di informazione turistica, l’organizzazione di eventi e manifestazioni, fino a comprendere anche interventi di manutenzione e di abbellimento degli spazi pubblici e del verde».
La riscossione dell’imposta – calcolata in base al numero dei pernottamenti e al numero delle persone – sarà a carico dei gestori che dovranno poi riversare al Comune quanto incassato. La tassa di soggiorno si pagherà fino al quarto giorno di pernottamento; in pratica, dal quinto giorno in poi non sarà dovuto alcun importo. Saranno esenti dal pagamento i minori di 14 anni e i residenti di Como, gli autisti dei bus turistici e le guide, i dipendenti pubblici in città per ragioni di servizio (forze armate e forze di polizia comprese). Dal 1° ottobre al 31 marzo sarà applicata una tariffa scontata del 50%.
Il regolamento dovrebbe entrare in vigore dal prossimo 1° maggio.

5 marzo 2013

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
novembre: 2018
L M M G V S D
« Ott    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto