Tassa di soggiorno, giungla di tariffe. «Manca omogeneità»

Presa di posizione della categoria
Gli albergatori di Confcommercio invocano un tavolo istituzionale per mettere ordine
Continua a far discutere l’introduzione (peraltro sempre più diffusa sul Lario) della cosiddetta tassa di soggiorno. Il provvedimento lascia alle amministrazioni comunali la possibilità di applicare un balzello che va a gravare sulle tariffe dei pernottamenti stabilite dalle strutture ricettive.
Il punto, però, è che ogni amministrazione locale – sebbene del tutto legittimamente – finora è andata per conto proprio nello stabilire regolamenti e cifre. E questo non piace a Confcommercio

, come si evince chiaramente dall’ultimo numero de “Il Faro”. La rivista dell’associazione, infatti, dà conto dell’ultima riunione degli albergatori associati e ne pubblica la posizione maggioritaria.
«Confcommercio Como – si legge nel resoconto della riunione sulla tassa di soggiorno – ha chiesto un tavolo tecnico con gli enti locali comunali per arrivare a una omogeneità di regolamenti e tariffe sul territorio provinciale». Una posizione ufficiale che – pur nell’ambito della storica contrarietà al balzello espressa dal presidente degli albergatori lariani, Roberto Cassani – ha visto la condivisione di due nomi di peso: l’ex numero uno della categoria, Albertino Proserpio, nonché Antonello Passera. Quest’ultimo, a dire il vero, è andato anche oltre la richiesta generale di omogeneità di criteri per l’applicazione della tassa di soggiorno. Secondo Passera, infatti, servirebbe «una sorta di “capitolato” standard» messo a punto nell’ambito di «un tavolo tecnico di lavoro a cui possano partecipare i rappresentanti dei Comuni, degli albergatori, della Camera di Commercio e della Provincia». Un’idea che viene condivisa dagli assessori al Turismo provinciale e comunale, rispettivamente Patrizio Tambini e Francesco Scopelliti.

Nella foto:
Sono già molte le località turistiche lariane che hanno introdotto la tassa di soggiorno

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.