Tassi 57% mensile a bisognosi, arresti

Una vittima aveva chiesto prestito per fare operare la bambina

(ANSA) – COSENZA, 29 MAG – Prestavano denaro a bisognosi a tassi usurai che arrivavano al 57% mensile, al 230% a bimestre e all’850% a trimestre, facendosi consegnare le tessere bancomat o postapay. Per questo la squadra mobile di Cosenza ha arrestato 4 persone – una ai domiciliari – e notificato un divieto di dimora con le accuse di usura, estorsione e esercizio abusivo dell’attività finanziaria. Dalle indagini è emerso che agli strozzini si erano rivolte 16 persone tra disoccupati, artigiani, operai, muratori, imbianchini e pensionati, che in alcuni casi non potevano pagare le bollette o fare la spesa. Uno non aveva i soldi per far operare la figlia piccola. Una donna, invece, si era rivolta agli strozzini per il vizio di giocare alle slot machine ed era talmente disperata da minacciare il suicidio e pertanto si è ricoverata in un centro terapeutico. "Dobbiamo continuare a dire alla collettività: se denunciate lo Stato c’è, è con voi e interviene. Se voi denunciate noi operiamo" ha detto il procuratore di Cosenza Mario Spagnuolo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.