Tavolini dei bar, rincari per chi non mette il wi-fi

Tavolini in piazza De Orchi Tavolini in piazza De Orchi

Rincari per i tavolini, ma non per chi mette a disposizione dei clienti e dei turisti una serie di servizi. Su proposta dell’assessore alle Attività Economiche Paolo Frisoni, la giunta ha deliberato ieri il nuovo Regolamento per l’occupazione degli spazi pubblici. La proposta passerà ora all’esame del consiglio comunale.
«Abbiamo dato il via libera a un regolamento fondamentale – spiega Frisoni – Il documento sarà ora oggetto di consultazione con le categorie interessate». I punti principali sono tre: per le tariffe è stato previsto un aggiornamento del 5% che potrà essere totalmente azzerato. Come? Se l’esercizio offre il servizio wi-fi libero e gratuito, se si consente l’accesso ai servizi igienici e se non sono installati videopoker. La tariffa continuerà ad essere calcolata sulla base dei metri quadri occupati e sul numero dei giorni.
Alcune vie del centro che entreranno a far parte della zona 1. In questo caso gli aumenti legati alla nuova classificazione decorreranno a partire dal 2016 e saranno scaglionati in cinque anni. In particolare entrano a far parte della zona 1, che attualmente comprendeva solo le piazze del centro città, le principali vie dello shopping come, ad esempio, via Vittorio Emanuele II (il tratto da piazza Duomo a via Perti), via Luini, via Boldoni, via Cinque Giornate (il tratto da piazza Duomo a via Boldoni)  via Plinio, via Cesare Cantù, via Adamo del Pero, via Indipendenza, via Muralto, via Natta. Saranno classificata nella zona 1 anche le piazze Matteotti, Croggi, De Orchi, De Gasperi e il lungolario Trieste.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.