Taxi, scoppia la guerra tra Italia e Svizzera

La polemica – Interrogazione della Lega dei Ticinesi contro la “concorrenza” che arriva dal Comasco
Scoppia la polemica tra i tassisti svizzeri e chi, in Italia, offre il servizio di noleggio con conducente (Ncc). La richiesta da oltreconfine è precisa: in Ticino queste vetture con targa italiana non devono circolare. O meglio, conclusa la corsa che li ha portati in territorio elvetico, devono immediatamente rientrare, senza far salire nuovi clienti. Un problema di concorrenza tradotto in un’interrogazione della Lega dei Ticinesi al governo cantonale. Al quale replica la categoria comasca: «Polemiche inutili. Noi portiamo i clienti a destinazione e torniamo in Italia.
Leggi l’articolo…
Fabrizio Barabesi in CRONACA

Nella foto:
Un taxi a Chiasso. Oltreconfine si teme la concorrenza dei colleghi che arrivano dal Lario

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.