Teatro, Chiasso vara la stagione

Cinema Teatro di Chiasso

Molto prima di questo 2020 segnato dalla pandemia, il Centro Culturale Chiasso aveva deciso di incentrare la stagione 2020-2021 sul tema “genesi”, inteso come “origine”. Una scelta non abbandonata e che, anzi, alla luce di quanto vissuto, assume il significato di una “nuova nascita”.
Il Cinema Teatro di Chiasso si animerà con un cartellone variegato che, da novembre 2020 a maggio 2021 spazierà tra musica classica, cabaret, cinema, prosa e danza con una parentesi dedicata alla divulgazione scientifica. Fuori abbonamento, infatti, il 10 dicembre sarà ospite a Chiasso il matematico Piergiorgio Odifreddi per la conferenza “Sul cammello e all’ombra del bastone, ovvero la matematica dei greci da Pitagora ad Archimede”.
L’evento inaugurale della stagione sarà martedì 24 novembre, alle ore 20.30, una collaborazione con l’Orchestra della Svizzera italiana e le associazioni Musica nel Mendrisiotto e “Mario Luzi Poesia nel mondo”. Ospite sarà il rinomato pianista Giuseppe Albanese per il concerto intitolato “Alla genesi della perfezione”, un omaggio al grande Arturo Benedetti Michelangeli. In programma, di Ludwig van Beethoven, il Concerto n. 1 per pianoforte e orchestra in do maggiore, op. 15 e la Sinfonia n. 1 in do maggiore, op. 21.
Ad aprire la stagione di prosa, il 28 novembre, saranno Massimo Lopez e Tullio Solenghi, di nuovo insieme sul palco dopo 15 anni, come due vecchi amici che si ritrovano, in uno show di cui sono interpreti e autori, coadiuvati dalla Jazz Company del maestro Gabriele Comeglio, che eseguirà dal vivo la partitura musicale.
Il 5 dicembre Chiara Michelini porterà il suo originale spettacolo di danza ispirato allo scultore Alberto Giacometti, cui il Max Museo di Chiasso ha dedicato un bellissima retrospettiva. “L’ombra della sera” è il titolo della performance che si ispira alla vita e all’opera di Giacometti, artista che “ha saputo cristallizzare la vita vivente in opere capaci di raccontare una profonda umanità”.
Tra gli altri mattatori della stagione, da segnalare Claudio Bisio, Gioele Dix e Teo Teocoli che porterà il suo one man show “Tutto Teo” ripercorrendo le tappe fondamentali della sua lunga carriera.
La stagione di prosa rispolvera invece i grandi classici con la rivisitazione di “Orgoglio e pregiudizio” di Jane Austen a opera del regista Arturo Cirillo, la “Maria Stuarda” di Lina Sastri e la trasposizione teatrale del film “A spasso con Daisy” con Milena Vukotic e Timothy Martin. Parentesi brillante a febbraio con Vanessa Incontrada e Gabriele Pignotta in “Scusa sono in riunione… ti posso richiamare?”. Ex ragazze ed ex ragazzi che senza accorgersene sono diventati donne e uomini con l’animo diviso tra ambizioni e affetti.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.