Teatro con il “Piccolo principe” al Carducci

Miriana Ronchetti

A conclusione del percorso di Teatro Carducci Infanzia per bambini e ragazzi, la regista e drammaturga Miriana Ronchetti lancia un nuovo saggio che verrà interpretato da cinque giovanissime allieve. “Sarà anche l’occasione per presentare ufficialmente il Corso Teatro Ragazzi Carducci – annuncia al “Corriere di Como” – che, organizzato dalla nostra associazione Orizzonti inclinati, decollerà a ottobre nel salone Enrico Musa dell’Associazione Giosue Carducci di viale Cavallotti 7 fino ad aprile”. ”Il percorso – prosegue – è finalizzato a progetti concreti e realizzabili. Quindi uno spazio “teatro arte” dove tutti avranno la possibilità di vivere meglio la propria condizione di essere umano creativo. Faremo le scenografie, i costumi, i bozzetti, le riprese con le nostre mani, il cuore e la fantasia. Dalla teoria alla pratica. Impareremo insieme come trasmettere le emozioni e coinvolgere” il pubblico- gli altri”, attraverso l’arte della parola e del gesto.” Intanto al Carducci mercoledì 5 giugno alle 17.30 sempre nel salone Musa va in scena il saggio “Noi come il Piccolo Principe” dedicato al personaggio della fiaba senza tempo di Antoine Saint-Exupéry. “Qualunque siano le ragioni o le cause reali che hanno prodotto tale opera, la fiaba, che mescola elementi di fantasia e di visioni reali – dice Ronchetti – si presta ad essere interpretata in molti modi, ma forse il modo più bello di recepirla resta proprio quello di leggerla come una bella storia guardando al piccolo principe e alla volpe e agli altri personaggi come interpreti che hanno qualcosa da insegnare a tutti. Basta saper vedere… Il piccolo principe cerca gli uomini, cioè la legge per vivere nel mondo degli uomini, e la volpe, saggia e non astuta come nelle favole tradizionali, spiega il modo attraverso il quale è possibile la conoscenza, cioè tramite “l’addomesticare”; certo, la conoscenza implicherà poi anche la sofferenza, ad esempio quella del distacco, ma varrà la pena soffrire se poi in cambio si guadagnerà “il colore del grano”, cioè una nuova visione delle cose”.

Interpreti le giovani allieve del Corso Teatro Carducci ragazzi: Agata, Elena, Mathilde, Sarah, Veronica. Testo e regia di Miriana Ronchetti, scenografia di Pietro Introzzi Ingresso libero.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.