Tempi ancora lunghi prima del cantiere. Le verifiche tecniche sulle offerte potrebbero rallentare l’iter

Cantiere paratie

Tempi ancora lunghi per l’aggiudicazione dell’appalto delle paratie.
Si tratta, è bene precisarlo subito, di tempi tecnici e non di problemi emersi all’improvviso sul già difficile cammino per la realizzazione delle barriere antiesondazione tanto attese dalla città. Ma dovranno comunque trascorrere ancora parecchie giornate prima di arrivare alla stipula del contratto finale.
Innanzitutto, entro questa settimana Infrastrutture Lombarde Spa, la società incaricata della gestione dell’appalto, procederà con la nomina del seggio di gara (organo che verifica le proposte) e della commissione giudicatrice che avrà il compito di valutare, innanzitutto, il contenuto delle tre offerte presentate per completare i lavori delle paratie.
Sarà poi il seggio di gara stesso a proseguire nell’attività di verifica del contenuto delle offerte amministrative e una volta conclusa questa fase – sulla cui durata non sembrerebbe esserci un tempo prefissato – si potranno verificare diverse ipotesi.
Questo perché, dopo la chiusura della verifica delle offerte amministrative, seguirà la seduta pubblica per l’apertura delle buste tecniche e poi dell’offerta economica. E qui si potranno aprire scenari differenti: se tutto dovesse procedere senza intoppi, si arriverà all’aggiudicazione dell’appalto delle paratie. Oppure, fa sapere Regione Lombardia in un comunicato sulla tempistica, nel caso in cui si riscontrassero anomalie nelle offerte economiche potrebbero servire venti giorni per svolgere le necessarie verifiche. Al contrario, se non ci dovesse essere alcun tipo di problema con le offerte, dovrà passare un mese per la verifica dei certificati dell’impresa appaltatrice e 35 giorni per la stipula del contratto. Superata questa fase l’appalto, va ricordato, sarà aggiudicato in base al criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa individuata sulla base del miglior rapporto tra qualità e prezzo. Nella valutazione, su 100 punti previsti, l’offerta tecnica potrà assegnare fino a 80 punti mentre quella economica arriverà a 20.
Il bando, pubblicato all’inizio del luglio scorso, prevede 1.030 giorni di lavoro e ha un valore economico di 12.999.369 euro (il costo complessivo dell’opera raggiungerà così un totale di 16.176.032,48 euro). La somma complessiva della nuova tranche di lavori è così suddivisa: 12.597.200 di euro per l’esecuzione dei lavori soggetti a ribasso; 402.168 euro per oneri per la sicurezza non soggetti a ribasso. I costi della manodopera sono stimati in 4.004.988 di euro dell’importo complessivo dei lavori, esclusa la sicurezza. Il completamento del cantiere, se non ci saranno intoppi, è previsto per il 2022.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.