Tempio Voltiano: passa il tempo, le risposte non cambiano

Tempio Voltiano

Impossibile definire una data, comaschi e turisti dovranno mettersi il cuore in pace e attendere ancora. Il Tempio Voltiano continua ad essere un cantiere e la riapertura continua a slittare.
«Stiamo adempiendo alle prescrizioni dei vigili del fuoco e i lavori stanno proseguendo anche in questi giorni», si è limitato a dire l’assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Como, Pierangelo Gervasoni, tramite l’ufficio stampa.
Intanto un’altra stagione turistica sembra scivolare via, tra pochi giorni è Ferragosto e sono comunque sfumati i mesi di maggior afflusso. Un monumento simbolo della città resta inaccessibile.
La parte sostanziale dei lavori di restauro – iniziati nel 2014 – si è conclusa già da tempo, tanto che a maggio, insieme all’assessore alla Cultura, Livia Cioffi, le telecamere di Etv erano entrate nel museo e ne avevano svelato la rinnovata bellezza. Poi gli ultimi passaggi burocratici e l’atteso parere dei vigili del fuoco.
Parere che a inizio luglio è arrivato sotto forma di nullaosta condizionato ad ulteriori piccoli interventi di sicurezza che erano stati definiti fattibili in poco tempo.
Allora l’assessore non si era sbilanciato sui tempi «perché i ritardi nei cantieri sono sempre dietro l’angolo», aveva detto, ma dopo oltre un mese le risposte non cambiano e non è ancora possibile indicare una data di riapertura al pubblico.
Sembra – ma non ci sono conferme ufficiali – che a rallentare le operazioni possa aver contribuito anche qualche ritardo nelle forniture di cantiere, problema ben noto in questo periodo nell’edilizia.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.