Tempio Voltiano, slitta la riapertura già annunciata

Tempio Voltiano

Tempio Voltiano di Como, l’apertura al pubblico slitta di nuovo. L’ingresso ai visitatori previsto per la giornata di domani era stato annunciato nei giorni scorsi dall’amministrazione comunale. «Mancano gli adempimenti di carattere amministrativo che gli uffici stanno predisponendo, ma la ditta incaricata di svolgere gli interventi ha concluso i lavori».
Così l’assessore alla Cultura del Comune di Como, Livia Cioffi, interviene sulla questione che riguarda la mancata apertura del mausoleo sul lungolago dedicato all’inventore della pila Alessandro Volta. L’apertura è rimandata a data da destinarsi.
Intanto è terminato il lungo iter di lavori che ha riguardato il restauro degli intonaci e delle decorazioni a seguito del distacco avvenuto nel 2014, quando una porzione di intonaco di circa 2 metri quadrati di superficie si era staccata dal soffitto.
«Sono state eseguite tinteggiature ricaricando le cromie, studiando le stratigrafie originali e sovrapposte – ha spiegato ieri l’assessore ai lavori Pubblici di Palazzo Cernezzi, Pierangelo Gervasoni – Sono stati sostituiti i corpi illuminanti in esterno con apparecchi a led, così come sono state sostituite le luci di emergenza con elementi performanti e di design». Oltre 130mila euro la cifra messa a disposizione dall’amministrazione comunale.
Ieri intanto, anche allo scopo di rilanciare l’immagine del Tempio e farne ammirare gli interni, è stato lanciato il nuovo video del pianista comasco Alessandro Martire, prodotto dall’assessorato alla Cultura del Comune di Como e girato proprio nel mausoleo lariano.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.