Tennis, Challenger al via: «Vogliamo crescere e pensiamo all’Expo»

altOggi le qualificazioni con Troicki che vinse la Davis nel 2010. Da lunedì il tabellone principale
(m.pv.) «È stata dura coprire tutti i costi. Ma anche quest’anno ce l’abbiamo fatta. E vogliamo continuare a farcela perché questo evento deve continuare ad esistere. L’anno prossimo compiremo il decennale del Challenger, e c’è pure l’Expo 2015. Il nostro sogno è di inserire il “Città di Como” tra gli eventi che ruoteranno attorno all’esposizione universale di Milano».
Il presidente del Tennis Como, Giulio Pini, ha presentato così l’edizione 2014 del torneo internazionale ”Intesa Sanpaolo” inserito nel calendario dell’Atp. Manifestazione salita di montepremi a 35 mila dollari, salutata dalla conferenza stampa cui ha preso parte anche il sindaco di Como, Mario Lucini. 

 

«Ammiro la tenacia e il coraggio degli organizzatori del Tennis Como – ha detto il primo cittadino – È giusto che la città rimanga vicina a questo torneo che dà lustro a tutta la nostra provincia portando il nome di Como e del lago nel mondo. Poi anche i contenuti tecnici sono di alto livello, quindi non si potrebbe sperare di meglio». E a proposito di contenuti tecnici, il direttore del torneo Paolo Carobbio si è detto molto contento della rosa di iscritti al tabellone principale, «anche se siamo ancora in attesa di definire bene tutti i nomi visto che alcuni giocatori iscritti da noi stanno giocando anche nelle qualificazioni degli Us Open».
Difficile, ad esempio, che possa giungere il giovanissimo talento croato Borna Coric, mentre ci saranno senza dubbio Filippo Volandri, Potito Starace, e i romeni Victor Hanescu e Adrian Ungur. La testa di serie numero uno dovrebbe invece andare all’argentino Facundo Arguello. Tra i presenti anche il canturino Andrea Arnaboldi, 172 al mondo.
Ma il nome di maggior richiamo – sembra un paradosso ma non è così – è quello di Viktor Troicki, oggi intorno al numero 400 dell’Atp e inserito nelle qualificazioni che scatteranno da oggi.
Solo qualche anno fa, infatti, il tennista serbo era 12 al mondo, e nel 2010 vinse addirittura la Coppa Davis per la sua nazionale in coppia con il numero uno al mondo Novak Djokovic. Il giocatore tuttavia è stato sospeso per 12 mesi per una vicenda rocambolesca avvenuta il 25 luglio 2013 a Montecarlo.
Nel corso di un controllo antidoping consegnò solo il campione delle urine e non quello del sangue (pare dopo essersi consultato con un medico) perché non stava bene. Il giorno seguente eseguì comunque il prelievo (regolare), ma tanto non bastò per evitargli 18 mesi di stop forzato. Poi ridotti a 12 in quanto la stessa Corte arbitrale dello sport di Losanna indicò la vicenda come «non significativa». Nel frattempo però Troicki è precipitato fino alla 847ª piazza mondiale da dove sta tentando di risalire. Le wild card sono invece state scelte dalla Federazione e affidate a giovani emergenti. Il tutto in cambio di un importante contributo al torneo «che dà lustro al territorio e anche alla regione Lombardia», ha poi tenuto a sottolineare il rappresentante della Fit, Walter Schmidinger. «Sperando che il tempo ci aiuti…», ha chiosato. Ed in effetti gli acquazzoni dei giorni precedenti hanno già creato i loro danni, con i campi rifatti per tre volte. Il torneo sarà visibile in streaming sul sito www.atpcomo.com. Oggi al via le qualificazioni, da lunedì il tabellone principale. Ingresso a cinque euro, tranne per le semifinali e le finali (30 e 31 agosto) dove il costo sarà di 10 euro.
Vincitore uscente è lo spagnolo Bablo Carreno Busta che lo scorso anno in finale ha battuto il giovane talento austriaco Dominic Thiem. Entrambi i giocatori non saranno a Como in quanto tra i migliori tennisti al mondo e dunque inseriti di diritto nel tabellone degli Us Open. Perché il Lario, a chi vince, porta bene.

Nella foto:
La conferenza stampa di ieri mattina al Tennis Como in vista dell’inizio dell’edizione 2014 del torneo (foto Fkd)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.