Tennis comasco. Giovedì scatta il “Città di Cantù” paralimpico. Poi tocca a giovani, Itf Senior e Atp a Villa Olmo

Tennis

Sono quattro i grandi eventi di tennis nazionale e internazionale ospitati quest’anno dal Comasco.
Il primo appuntamento andrà in scena a Cantù dal 25 al 28 aprile prossimi. Si tratta della gara riservata agli atleti in carrozzina, alla sua seconda edizione. Lo scorso anno la manifestazione ebbe numeri importanti, con 80 giocatori impegnati. A brillare al Città di Cantù furono soprattutto le giovani stelle dei Paesi Bassi, il 18enne Ruben Spaargaren nel tabellone principale di singolare e il 15enne Niels Vink tra i Quad. L’Italia si consolò tra le donne con il dominio dell’aretina Giulia Capocci.
L’edizione 2019, con 80 iscritti, si preannuncia spettacolare. Tra i nomi che hanno deciso di raggiungere prendere parte alla manifestazione brianzola vi sono 14 giocatori tra i primi 100 nel tabellone maschile, e 8 nel femminile. Nei Quad sono invece nove i compresi tra i top 100 al mondo.
Tra gli uomini il numero 1 dovrebbe essere Nico Langmann, numero 21 al mondo, austriaco di 22 anni. La testa di serie numero 2 invece dovrebbe andare al francese Laurent Giammartini (33°) e la numero 3 allo spagnolo Enrique Siscar Meseguer (42°, 35 anni). Primo degli italiani è Ivan Tratter, 44° al mondo, 28 anni. Al via anche il finalista dello scorso anno, l’altro austriaco Martin Legner (numero 39 dell’Itf).
Tra le donne la numero 1 dovrebbe essere Charlotte Fairbank, francese 34esima del ranking iridato (28 anni). Poi la russa 24enne Polina Shakirova (49esima) e la svizzera Gabriela Buheler (51esima), finalista nel 2018.
L’attenzione si sposterà poi sui campi del Tennis Como a Villa Olmo, con tre eventi di assoluto rilievo.
Ad aprire le danze, il 1° giugno, sarà lo Junior Next Gen Italia. Per il secondo anno consecutivo, la Federazione ha infatti scelto il Tennis Como come sede di una delle cinque tappe del principale torneo giovanile del nostro Paese.
Saranno più di 500 i baby atleti delle categorie Under 10, 12, 14 e 16 che giungeranno in città per l’importante manifestazione che sarà osservata dai tecnici federali. L’inizio, come detto, è fissato per sabato 1° giugno, mentre le finali sono in calendario domenica 9.
I match lariani saranno il punto di riferimento per la macroarea Nord-Ovest, che comprende Lombardia, Liguria, Piemonte e Valle d’Aosta. Ma tutti i migliori talenti italiani saranno comunque liberi di iscriversi alle gare.
Da lunedì 1° luglio a domenica 7 sarà la volta della competizione dedicata agli Senior, la novità di questo 2019. Sul Lario arriva un torneo internazionale dedicato alle categorie Over 35, 40, 45, 50, 55, 60, 65, 70, 75 maschili e femminili che sarà denominato Hilton Lake Como Championship.
Dal 1° al 7 luglio saranno protagonisti i giocatori che fanno parte delle classifiche mondiali Veterani del circuito Itf Senior. Tra loro ci potrebbe essere anche la comasca Laura De Vittori, che attualmente è al secondo posto del ranking iridato nella categoria Over 55.
Sarà dunque un’estate molto calda per il sodalizio di Villa Olmo in attesa, tra agosto e settembre, del Challenger Atp Città di Como giunto all’edizione numero 14.
Per la prima volta cambierà la formula per volontà dell’Atp che dal 2019 ha “stravolto” i tornei. Il “Città di Como” scatterà di lunedì (non più di sabato) e durerà una settimana e non nove giorni. Partenza dunque il 26 agosto e partite fino al 1° settembre, data della finale.
Ci saranno un mini tabellone di qualificazione da 4 giocatori e un tabellone principale da ben 48 tennisti.
È stato aggiunto anche un turno: si partirà infatti dai 32esimi di finale e non più dai 16esimi.
Lo scorso anno il Challenger parlò italiano, grazie al successo conquistato dal siciliano Salvatore Caruso, che superò in finale il cileno Christian Garin.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.