Tenta di espatriare con documenti falsi, nei guai giovane afghano

Cartelli della dogana tra Italia e Svizzera

cartelli dogana italia svizzeraUn giovane afghano è finito nella rete della cooperazione tra polizia di Stato e autorità elvetiche. Ieri mattina le guardie di confine svizzere in servizio alla stazione di Chiasso lo hanno rintracciato a bordo di un Eurocity proveniente da Milano. Il 19enne era in possesso di documenti italiani di dubbia autenticità.

Poiché non voleva chiedere asilo in Svizzera per non precludersi questa possibilità in Germania, veniva consegnato in “riammissione semplificata” alla polizia di frontiera di Ponte Chiasso.

La polizia italiana appurava che i documenti in suo possesso fossero tutti falsi; nello specifico una carta di identità apparentemente rilasciata dal Comune di Roma e un permesso di soggiorno e un titolo di viaggio apparentemente emessi dalla Questura capitolina.

Il giovane non ha chiesto richiesta di asilo politico ed è così stato arrestato per possesso di documenti falsi abilitanti l’espatrio in base al nuovo decreto antiterrorismo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.