Tenta di dare fuoco al fratello dopo la lite: l’accusa è tentato omicidio

1car3guarda il video

Svolta nella notte nella vicenda del violento litigio tra fratelli andato in scena ieri sera a Erba. I carabinieri della compagnia di Menaggio hanno arrestato in responsabile contestandogli il tentato omicidio. Solo la pronta reazione della compagna della vittima – che con un getto d’acqua ha bagnato lo stoppino dell’accendino dell’aggressore – ha evitato conseguenze drammatiche. Ovvero che l’uomo, un 46enne, potesse dar fuoco al fratello e alla donna dopo averli cosparsi di benzina. Il tutto è avvenuto alle 19 in via Sciesa. Al termine di un violento litigio, il 46enne sarebbe tornato verso la sua auto per prendere il liquido infiammabile e annaffiare i rivali.

L’uomo si è poi allontanato, raggiungendo Gera Lario. Nel frattempo ne è nata una caccia all’uomo con impegnati i militari del Radiomobile e quelli della compagnia di Menaggio. Inseguimento che si è concluso intorno alle 20, in Altolago. Il fermato è poi stato condotto in caserma per essere sentito. La vittima, 40 anni, è stato controllato al pronto soccorso ma non avrebbe riportato conseguenze. Sotto shock la compagna.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.