Tenta di truffare due poliziotti

alt Agenti in azione ieri mattina
Denunciato un 20enne romeno: offriva iPhone “tarocchi”

La mira deve averla davvero ottima, se in una intera fiera di Pasqua – con centinaia di persone a passeggio tra le bancarelle – è riuscito a “centrare” due poliziotti in borghese, in servizio per prevenire scippi, borseggi e raggiri di ogni tipo. Fine infausta del tentativo di truffa sono stati dunque una denuncia a piede libero e un fascicolo penale sul conto del giovane aperto in Procura a Como. Teatro del curioso episodio è stata proprio la fiera che colora l’area a ridosso delle mura della città nei giorni che precedono la Pasqua. Intorno alle 11.30 di ieri, due poliziotti camminano in borghese tra le bancarelle

controllando quanto avviene. A un certo punto si avvicina un ragazzo romeno di 20 anni – già noto alle forze dell’ordine – per proporre un affare imperdibile: «Volete tre iPhone a un prezzo incredibile. È una vera occasione», dice di botto.
I due agenti, ovviamente in borghese, stanno al gioco e chiedono di poter vedere la merce. E, solo una volta mostrati i tre telefonini gettano la maschera e si qualificano. Al 20enne romeno, sorpreso, non rimane altro che fornire i propri dati e consegnare i tre cellulari. IPhone che, una volta controllati, si sono dimostrati palesemente dei “tarocchi”, pur se fatti bene e molto simili agli originali.
Il giovane è stato infine accompagnato in Questura negli uffici di viale Roosevelt e denunciato a piede libero.
Già in passato, è poi emerso, era finito nei guai per episodi simili, ovvero per aver tentato di piazzare sul mercato merce poi risultata falsa.

Mauro Peverelli

Nella foto:
Gli agenti della Questura di Como sorvegliano il “traffico” della tradizionale fiera di Pasqua (Mv)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.