Terragni protagonista a Mosca

Il Novocomum, storico edificio di Giuseppe Terragni, a Como in via Sinigaglia 1, sede dell’Ordine degli Architetti

Nella Sala Conferenze del Novocomum, sede dell’Ordine degli Architetti di Como, in viale Sinigaglia 1, il 29 ottobre 2016 si tenne la conferenza “Ilya Golosov – Giuseppe Terragni. Avanguardie Artistiche: Mosca e Como 1920-1940”. Frutto di ricerche originali e congiunte di studiosi italiani e di altra nazionalità, il progetto era volto a portare in luce relazioni e rapporti tra l’esperienza architettonica e artistica comasca tra le due guerre e le analoghe esperienze delle avanguardie in Europa. Nel caso di Ilya Golosov e Giuseppe Terragni, il rapporto è tra la casa d’abitazione “Novocomum”, forse la prima architettura razionalista in Italia, e il Club operaio “Zuev” di Ilya Golosov a Mosca. Si tratta di due opere coeve, icone del moderno, dentro le quali leggere scambi, influenze, analogie e differenze tra il Razionalismo di Terragni e l’esperienza costruttivista di Golosov, nei contesti storici dell’Italia fascista e dell’URSS tra gli anni Venti e Quaranta. Il progetto di studio si è poi trasformato lo scorso giugno in una mostra nell’ex chiesa di San Pietro in Atrio a Como intitolata “Terragni e Golosov: Novocomum a Como-Club Zuev a Mosca. Avanguardie a confronto”. Mostra che sarà dal 4 settembre al Museo di Architettura “A. V. Schusev” di Mosca.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.