Terza dose di vaccino, il piano tra dieci giorni

"Sbagliato pensare a Natale liberi dal virus"

Ha parlato di terza dose come «indiscutibile esigenza» il consulente per la campagna vaccinale di Regione Lombardia, Guido Bertolaso, lunedì sulle colonne del “Corriere della Sera” e annunciato la decisione in merito ai primi di settembre, tra meno di dieci giorni insomma.

Una campagna che segnerà anche l’addio a tutti i grandi hub, ha sottolineato Bertolaso, sostituiti da centri medi e piccoli, con l’impiego di personale sanitario non impegnato negli ospedali, come i medici di famiglia.

Anche le farmacie potrebbero fare la loro parte nella somministrazione della terza dose. Per quanto riguarda i primi richiami, Bertolaso ha parlato di anziani e fragili, ma anche della “scadenza” di nove mesi del vaccino. Facile prevedere che tutti i primi vaccinati verranno richiamati in autunno.

Regione Lombardia ha annunciato ieri anche alcune novità riguardo l’attività di screening. Da ieri, lunedì 23 agosto, anche i ragazzi di età 6-13 anni (cioè quelli che ancora non possono vaccinarsi), oltre a quelli di 14-19 anni, hanno la possibilità di sottoporsi gratuitamente a tamponi antigenici, ogni 15 giorni, in farmacia.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.