Tessuti d’avanguardia per la “città della moda”

altDomani al Museo della seta

La Fondazione Setificio e l’associazione “Ex Allievi del Setificio” promuovono “Silk reloaded. Como città per la moda”, carnet di incontri sul mondo tessile, nelle sue varie accezioni (storiche, creative, tecniche e gestionali) che domani alle 18.30 al Museo della Seta di via Castelnuovo 9 ospiterà la conferenza “Tessile d’avanguardia: passato e futuro”.
L’evento è costituito da tre momenti diversi e complementari: un’esposizione multimediale interattiva, incontri

e conferenze prima, durante e dopo l’esposizione e laboratori didattici. Dalla seta per schermi cinematografici negli anni ’40, alla scoperta di un materiale plastico per il quale l’Italia ottenne giusto 50 anni fa il premio Nobel per la chimica, ai continui finissaggi e alle fibre modificate della nuova era tecnologia: l’argomento tessile sarà trattato dal punto di vista dell’evoluzione di questo supporto in relazione alle nuove esigenze produttive.
La conferenza sarà condotta da Andrea Ferrari, ex allievo del Setificio e manager dell’azienda Santi, e prevede quattro relatori a diverso titolo protagonisti e attori di momenti evolutivi del mondo tessile. Dario Binda parlerà sul tema “Il passo dal bozzolo di seta al filo continuo man made”, Isidoro Ronzoni parlerà su “Un filo italiano da Nobel”, Ugo Zaroli su “Finissaggi innovativi del XXI secolo” e Giovanna Baglio su “Nuove frontiere per il futuro delle fibre, tessuti e applicazioni”. Ingresso libero.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.