Testimoni nel traffico: rallentate le udienze

alt

I riflessi dei “forconi” sul palazzo di giustizia

«Lei è un testimone?». «No». «Ah, peccato, ne stiamo aspettando un po’ e sono bloccati nel traffico». Il dialogo è andato in scena ieri mattina in un’aula del tribunale di Como, dove era in corso una udienza davanti al giudice monocratico. Già, perché la protesta dei “forconi” non sta creando problemi solo agli automobilisti in coda, ma pure alle aule del palazzo di giustizia. Non è stato raro, in questi giorni, sentir parlare di testimoni che avevano chiamato dicendo di essere in

difficoltà nel raggiungere il centro città proprio in seguito alla protesta che sta bloccando Camerlata. Ma i guai hanno colpito anche avvocati – in ritardo e trafelati per le corse – e pure i cancellieri costretti a chiedere sostituzioni a colleghi più fortunati in quanto non in transito dall’area del blocco. Insomma, come se non bastasse la giustizia lenta, ci si sono messi pure i “forconi” a creare problemi alle udienze.

M.Pv.

Nella foto:
Problemi con i testimoni, in questi giorni, al palazzo di giustizia di Como

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.