Testo in latino su coronavirus a scuola

L'idea di un professore del liceo classico di Città di Castello

(ANSA) – CITTÀ DI CASTELLO (PERUGIA), 27 FEB – Sorpresa e curiosità per i 14 studenti della seconda classe del liceo classico internazionale Plinio il Giovane di Città di Castello quando tra i compiti a casa è stato loro chiesto di tradurre una versione in latino sul coronavirus: l’idea di parlare – per razionalizzarla – dell’emergenza del momento attraverso il latino è venuta al docente Paolo Venturini, per il quale "il mondo greco e romano è particolarmente ferrato sull’argomento dato che ha dovuto attraversare e sopravvivere a pandemie ricorrenti e terribili. In realtà – ha spiegato – ho solo voluto sfatare il luogo comune delle lingue antiche come lingue morte, sottolineandone la capacità di esprimere anche il presente. Di per sé la versione descrive sommariamente i caratteri con cui si sta manifestando il coronavirus". Il testo è stato tratto da un sito scritto interamente in latino (http://ephemeris.alcuinus.net/) dove è ancora pubblicato.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.