Ticosa, entro 15 giorni il bando per concludere la bonifica dell’area

Santarelle e area ex Ticosa, le immagini del degrado

«Gli uffici hanno completato la procedura per la bonifica dell’area dell’ex Ticosa. Abbiamo spedito la pratica all’ufficio gare. Ora auspichiamo che l’appalto possa essere bandito entro una quindicina di giorni». Lo dichiara l’assessore all’Ambiente del Comune di Como, Marco Galli.
Resta infatti da bonificare l’ultima parte dell’area dove un tempo sorgeva l’ex tintostamperia del capoluogo lariano, nello specifico la porzione di terreno denominata “cella 3”, circa 4.800 metri quadrati che devono ancora essere ripuliti dagli inquinanti.
Secondo il cronoprogramma degli interventi da realizzare sull’area ex industriale alle porte del capoluogo, che è stato dettato lo scorso mese di dicembre dall’amministrazione, il cantiere dovrebbe partire a giugno del 2020 e, dopo 15 mesi di lavori, l’area dovrebbe essere bonificata completamente entro l’estate del prossimo anno.
A creare slittamenti e ritardi potrebbero essere da una parte le condizioni meteo e dall’altra eventuali ricorsi nella fase di affidamento dei lavori da eseguire. Restano subordinati all’intervento di bonifica i posti auto che saranno realizzati davanti all’edificio della Santarella, l’ex centrale termica della tintostamperia – un simbolo dell’archeologia industriale in riva al Lario – devastata da un incendio nel 2016 e i cui accessi sono poi stati murati dallo stesso Comune di Como per impedire l’ingresso a sbandati e senzatetto, cosa che avveniva molto spesso.
Si tratta di un intervento molto atteso dai comaschi, che da tempo chiedono la realizzazione di un parcheggio nell’area dell’ex Ticosa che potrebbe rappresentare una boccata d’ossigeno per la viabilità cittadina.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.