Ticosa, il progetto della bonifica entro i prossimi 15 giorni. A rischio l’ipotesi parcheggio per Natale
Cronaca

Ticosa, il progetto della bonifica entro i prossimi 15 giorni. A rischio l’ipotesi parcheggio per Natale

Bonifica, entro 15 giorni il progetto definitivo sarà discusso in maggioranza e passerà al vaglio della giunta. Si iniziano a definire nel dettaglio i tempi e i costi di uno degli interventi più attesi dalla città: ovvero la definitiva pulizia di ciò che c’è sotto l’ex Ticosa. Snodo cruciale per ridisegnare il futuro dell’area e anche solo per immaginare la realizzazione di un parcheggio provvisorio, una delle richieste più pressanti da parte dei cittadini.
Una lunga riunione svoltasi giovedì ha emesso dei verdetti. Alcuni sanciti formalmente dalle indicazioni espresse dall’assessore all’Ambiente Marco Galli, altri invece che trapelano da indiscrezioni ma che non sono al momento confermati.
Partendo dalle indiscrezioni sembra impossibile – visti i tempi tecnici richiesti da un’operazione approfondita come la bonifica – realizzare entro l’anno, come annunciato alcune settimane fa dal sindaco Mario Landriscina, un parcheggio provvisorio nell’area dell’ex Ticosa.
Questo perché l’intervento al quale si sta lavorando consisterebbe in un’operazione globale. Nell’ipotesi di realizzazione di un parcheggio provvisorio si era infatti pensato di congelare la bonifica sulla famigerata cella 3, provando a mettere questa porzione di terreno in sicurezza per la salute e procedendo poi con la creazione di posti auto. Percorso che non andrebbe dunque più seguito.
Altro elemento contrario alla soluzione provvisoria è quello relativo ai tempi. Si parlerebbe infatti di un’operazione complessiva – che dunque coinvolgerebbe da subito la cella 3 – che durerebbe almeno un anno.
Sul fronte ufficiale invece le parole sono dell’assessore Galli. «Abbiamo attentamente analizzato la situazione bonifica. E la nostra intenzione è chiara: entro 15 gironi il progetto definitivo dovrà passare in maggioranza e poi in giunta. Dopo, se condiviso, passeremo alla fase succesiva della messa in opera. I costi stimati potrebbero oscillare tra i 3,5 milioni e un massimo di 4 milioni di euro», conclude l’assessore Marco Galli.

6 Ottobre 2018

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto