Ticosa, la proposta di Molteni: “Costruire in altezza un unico edificio che si ispiri a Sant’Elia”

Area Ticosa

La lista civica “Per Como” torna in campo sul caso Ticosa. Mario Molteni ieri nella ricorrenza del 13° anno dall’abbattimento del corpo C dell’ex tintostamperia alle porte di Como ha ricordato che un anno fa propose al sindaco Mario Landriscina un progetto di riqualificazione dell’area con spazi verdi, sportivi, parcheggi, hub culturale Santarella e nuova viabilità. “Riteniamo che attualmente la nostra città non abbia bisogno di ulteriore cemento e consumo di suolo” dice Molteni e propone per l’area alla luce degli insediamenti presentati ultimamente dal Comune una soluzione radicale: “Costruire anonimi edifici come quelli dei rendering mortificherebbe l’area. Potrebbe essere un’idea quella di costruire in altezza come Milano City Life? Un unico edificio che si ispiri ai grandi comaschi del passato riprendendo le linee dei progetti dell’architetto Sant’Elia oppure una struttura verticale che riprenda le forme geometriche della pila di Volta ….un edificio che possa diventare uno dei simboli di Como con intorno spazi verdi e aree per praticare sport con il Santarella destinato a scopi culturali da condividere con l’Università. Un autosilo interrato e nuova viabilità che permetta di unire l’asse Ticosa a via Milano. Naturalmente sono da valutare attentamente i costi/benefici dell’operazione”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.