Ticosa, raggiunto l’accordo per il piano di bonifica

Area Ticosa

Bonifica area Ticosa, l’accordo per procedere con il piano di “pulizia” sarebbe stato raggiunto. Usare il condizionale è d’obbligo, perché al momento non vi è una conferma ufficiale, ma gli enti pubblici coinvolti avrebbero trovato un’intesa definitiva. Questa la notizia che circola con insistenza in questa vigilia di Ferragosto in città e che sembra avere un alto grado di attendibilità anche tra i corridoi di Palazzo Cernezzi. I dettagli dell’operazione tanto attesa dovrebbero comunque essere rivelati la prossima settimana. Va detto che mancava un ultimo passaggio, il parere della Provincia: passaggio che sembra sia stato completato e, quindi, gli enti coinvolti hanno dato il via libera all’operazione. A giugno infatti era arrivato il semaforo verde alla bonifica da parte della Conferenza dei servizi. I rappresentanti del Comune, della Provincia e degli enti coinvolti (da Regione Lombardia ad Arpa), avevano deciso, approvando il documento sulla bonifica. Mancava, come disse il sindaco Landriscina «pochissimo tempo durante il quale si prevede un ultimo passaggio in Provincia». Cosa che dunque sarebbe accaduta proprie in queste ore.
Il completamento della bonifica della Ticosa ruota attorno alla cella 3, un’area da 4.800 metri quadrati dietro la Santarella. L’intenzione dell’amministrazione è realizzare, anche in maniera provvisoria, subito dopo la bonifica, i posti auto tanto attesi e richiesti dai cittadini. A luglio la giunta aveva approvato la proposta dei posteggi nell’area tra la Santarella e via Sant’Abbondio, che potrebbe contenere 70 posti auto, oltre ai circa 30 già esistenti in viale Roosvelt.
Costo del progetto circa 500 mila euro (pavimentazione, raccolta, trattamento e smaltimento delle acque, illuminazione). Saranno anche create aiuole verdi, luci a led, spazi per la sosta, segnalatica e camminamenti per disabili. Poi, naturalmente, si ragionerà sul futuro a lungo termine della zona.
Futuro su cui il Comune, nei mesi scorsi ha presentato un dettagliato piano che prevede la realizzazione di spazi pubblici, verde, un autosilo interrato e altri servizi.
Il bando per le operazioni di bonifica, grazie anche alla realizzazione di quest’ultimo passaggio, ci sarà entro l’anno e la spesa complessiva dell’operazione sarà di 11 milioni di euro. Adesso dunque manca solo l’ufficialità.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.