Tifosi juventini arrestati: interrogatorio in carcere per il 42enne di Cantù arrestato lunedì scorso

carcere Bassone

Interrogatorio in carcere per il 42enne di Cantù arrestato lunedì scorso nell’ambito dell’inchiesta sul tifo organizzato che ha portato a 12 misure cautelari nei confronti di persone considerate tra i principali leader ultrà della Juventus. L’uomo avrebbe risposto alle domande del giudice Francesco Angiolini, fornendo la sua versione dei fatti. Le accuse per gli indagati sono a vario titolo di associazione a delinquere, estorsione aggravata, autoriciclaggio e violenza privata. Nell’ambito della stessa indagine sono state denunciate 25 persone per violenza privata aggravata in concorso.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.