Tir forza le barriere del viadotto dei Lavatoi. L’autista: «Seguivo il navigatore»

viadotto dei lavatoi

Ancora un episodio, l’ennesimo di questi mesi.
Un altro mezzo pesante che ignora il divieto di transito immettendosi e percorrendo il viadotto dei Lavatoi che unisce la Oltrecolle con Camerlata.
È accaduto attorno alle 13 e 20 di ieri, quando un camionista, un uomo proveniente dall’Est Europa, si è infilato – non senza fatica, ma senza abbandonare il proposito – tra i new jersey in cemento dal lato della Canturina.
Un punto dove gli sbarramenti in cemento sono stretti anche per le auto, ma che non hanno convinto il camionista a desistere. Il Tir è però stato visto e raggiunto da una pattuglia della guardia di finanza.
L’uomo al volante è stato in seguito multato con una sanzione di 80 euro. Il camionista avrebbe detto ai finanzieri – che chiedevano conto di quella forzatura – di aver seguito il navigatore e di non essersi accorto dei divieti prima di imboccare il viadotto dei Lavatoi. Il mezzo pesate non ha riportato nessun danno e per fortuna, rispetto a quello che era avvenuto in altre occasioni, non ha nemmeno disperso lungo il tracciato del ponte (e oltre) del gasolio.
Scie pericolose per la viabilità che in passato – in seguito al danneggiamento dei serbatoi per manovre simili – avevano costretto a interventi di lavaggio del manto stradale.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.