Tiro a segno, medaglie per i portacolori lariani

Tiro a segno Como

Comaschi impegnati a pieno ritmo nelle gare di tiro a segno disputate in Lombardia, in cui non sono mancate medaglie lariane.
Una è stata organizzata proprio dalla società cittadina – il Tsn Como del presidente Filippo Giancola – nella struttura di via Belvedere.
«È stata una prova federale – spiega lo stesso Giancola – che ha avuto successo sia, da un punto di vista sportivo, sia sul fronte organizzativo. Nulla è stato lasciato al caso nel rispetto rigoroso di tutti i protocolli. Allo stesso tempo sono soddisfatto per i buoni risultati ottenuti dai nostri portacolori: mi piace in particolare sottolineare l’8° posto nella sua prova di Anna Chiara Pedroncelli, 17 anni, che era al suo esordio».
Nella competizione lariana i tiratori di casa sono riusciti a ben figurare: podio per Carlo Manolo Palmese (1° nella Pistola libera), Donatello Radice (3° nella carabina libera terra), Sofia Di Terlizzi (2ª in Pistola libera e 3ª in Pistola 10 metri), Stefano Lentini (2° in Pistola 10 metri e in Pistola sportiva) e Davide Novati (2° in Pistola libera). Un buon numero di medaglie, dunque, e non sono mancati ulteriori piazzamenti anche tra i primi dieci.
Non soltanto. I comaschi hanno brillato anche nella gara federale ospitata a Milano, con Carlo Manolo Palmese anche in questo caso vincitore nella Pistola libera. Secondo posto per Donatello Radica (carabina libera terra), Sofia Di Terlizzi (Pistola 10 metri), Roberto Valsecchi (Pistola 10 metri) e terzo per Stefano Negrini (carabina libera terra) e Davide Novati (Pistola libera).
Il tiro a segno è uno sport che vanta una solida tradizione sul Lario: la fondazione della sezione comasca si deve infatti a Giuseppe Garibaldi, nel lontano 1862.
Non soltanto. Il primo lariano a prendere parte alle Olimpiadi fu Alfredo Galli, specialista di tiro a segno originario di Fino Mornasco, che era presente ai Giochi di Anversa nel 1920. Il portacolori della Comense, ottenne, come migliori risultati, due settimi posti.
Nel 1914 Galli aveva partecipato con la formazione italiana ai Campionati del mondo di tiro a segno a Viborg, in Danimarca; in quella occasione conquistò l’oro nella gara a squadre con la pistola sulla distanza di 50 metri.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.