Cronaca

Tiziana Sala: «Un bilancio politico? Ora no». E scrive ai concittadini

La città del Mobile – Prime riflessioni dopo l’elezione di Bizzozero
Dopo 10 anni alla guida di Cantù, l’ex sindaco leghista si affida soltanto a una lettera
Un lungo elenco di ringraziamenti che comprende tutte le persone che le hanno permesso di «raggiungere gran parte degli obiettivi che l’amministrazione da me presieduta si era prefissata». Dopo dieci anni alla guida di Cantù, Tiziana Sala si congeda con una lettera nella quale si rivolge a chi l’ha affiancata nei due successivi mandati che si sono conclusi ufficialmente ieri con il passaggio di consegne al nuovo sindaco, Claudio Bizzozero. Nessun giudizio sull’esito delle elezioni e sulla sconfitta della Lega Nord, che perde
la Città del Mobile dopo quasi vent’anni. «No comment», anche sulla situazione più generale del Carroccio, alle prese con una debacle senza precedenti. Almeno per il momento, il sindaco uscente sceglie la via del silenzio.
«Sono giorni frenetici – si limita a dire – Non me la sento di ridurre il mio pensiero a poche battute».
Quindi, la decisione di affidarsi a una lettera.
«Desidero ringraziare, con queste poche ma sentite righe, tutti coloro che nel corso dei miei due mandati mi hanno supportato con il loro prezioso lavoro – scrive l’ormai ex primo cittadino – Il mio pensiero corre ai molti uomini e donne delle istituzioni, polizia locale, prefettura, ordine giudiziario, questura, vigili del fuoco, con particolare riferimento alla stazione dei carabinieri di Cantù, che hanno lavorato al mio fianco consigliandomi e, qualora ce ne fosse stata la necessità, correggendomi».
Tiziana Sala non fa un bilancio del mandato, ma indirettamente si dice soddisfatta per gli obiettivi raggiunti e il lavoro svolto. «Non posso fare a meno di ringraziare tutti voi che lavorate al servizio della comunità negli uffici del Comune – dice – che avete avuto la pazienza e la costanza di seguire con dedizione e professionalità i compiti di spettanza. È stato anche grazie alla vostra capacità se l’ente ha potuto raggiungere gran parte degli obiettivi che l’amministrazione da me presieduta si era prefissata. La mia riconoscenza va estesa anche a tutti coloro che si sono impegnati, a titolo personale, per far sì che le numerose iniziative messe in campo – siano state esse culturali, sociali o sportive – potessero essere organizzate nel migliore dei modi, con grande soddisfazione sia per la pubblica amministrazione sia per la popolazione».
Un pensiero particolare va al mondo della scuola.
«Ai dirigenti scolastici, agli insegnanti, al personale non docente delle scuole del comprensorio canturino la mia sincera gratitudine per il lavoro svolto e per la disponibilità dimostrata – dice il sindaco uscente – Se l’offerta formativa del territorio ha raggiunto gli alti livelli qualitativi attuali il merito è anche vostro».
Il pensiero finale va a «associazioni di categoria, culturali, sociali e sportive che da sempre rappresentano un’ineguagliabile forza di questo territorio», oltre che a «privati cittadini, gente cosiddetta “comune”, che ha per me costituito il primo vero e grande supporto, divenendo modello operativo rivoluzionario per l’ente pubblico».
Il pensiero finale va a tutti i canturini. «Voglio esprimere il sentimento della più profonda riconoscenza e stima verso tutti i cittadini canturini – è il saluto finale di Tiziana Sala – per avermi consentito di svolgere dieci anni di mandato alla guida della nostra grande città».

Anna Campaniello

Nella foto:
L’ex sindaco leghista di Cantù, Tiziana Sala, deve abbandonare la fascia tricolore
24 maggio 2012

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto