Tokyo 2020: Coe, sostengo diritto atleti a ‘inginocchiarsi’

N.1 World Athletic

(ANSA-AFP) – ROMA, 08 OTT – Secondo il presidente di World Athletics, Sebastien Coe, alle Olimpiadi di Tokyo 2020 gli atleti dovrebbero potersi inginocchiare sul podio per appoggiare ad esempio il movimento Black Lives Matter contro il razzismo. Qualsiasi forma di protesta deve comunque essere condotta con "rispetto" per gli altri concorrenti, ha aggiunto il n.1 della federazione internazionale di atletica ai margini di una visita allo stadio di Tokyo che il prossimo anno ospiterà le prove olimpiche della disciplina. "Sono stato molto chiaro sul fatto che se qualcuno desidera inginocchiarsi sul podio, allora lo appoggio – ha proseguito Coe rivolto ai giornalisti -. Gli atleti fanno parte del mondo e hanno il diritto di esprimersi sul mondo in cui vivono. Questo è perfettamente accettabile, a patto che sia fatto nel pieno rispetto degli altri concorrenti". Il Comitato olimpico internazionale ha diffuso lo scorso gennaio linee guida aggiornate sul comportamento degli atleti, vietando qualsiasi tipo di manifestazione sul podio o sul campo di gioco. Ma ha anche lasciato intendere che potrebbe essere disposto ad ammorbidire la sua posizione e sta sostenendo le discussioni guidate dalla Commissione degli atleti olimpici per considerare modi per consentire un sostegno "dignitoso" alle iniziative contro il razzismo. (ANSA-AFP).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.