Tokyo, nella notte le semifinali di canottaggio. Domani Simone Anzani in campo con l’Italia del volley

Simone Anzani, il pallavolista comasco alle Olimpiadi (foto Galbiati)

Passato l’allarme per il passaggio del tifone, a Tokyo si scende in acqua per le semifinali olimpiche che vedono impegnati anche due atleti lariani: Pietro Willy Ruta e Aisha Rocek. Gli equipaggi gareggiano nella notte.
Il primo a scendere nelle acque della Sea Forest Waterway per l’Italia, alle 4.30 italiane sarà il doppio pesi leggeri maschile composto da Stefano Oppo e del comasco Pietro Willy Ruta, che hanno all’attivo, dal 2017, ben 5 medaglie vinte agli europei e tre medaglie d’argento conquistate ai campionati del mondo: Sarasota 2017, Plovdiv 2018 e Linz 2019. Gli azzurri avranno contro Spagna, Belgio, Irlanda, Ucraina e India.
L’ultima semifinale è domani mattina ore 5.30 italiane e vede in gara il due senza di Kiri Tontodonati e della lariana Aisha Rocek che hanno all’attivo in questa specialità il bronzo agli europei di Lucerna 2019, il sesto posto ai mondiali di Linz 2019. In semifinale con la barca azzurra Stati Uniti, Romania, Nuova Zelanda, Russia e Spagna. A seguire le due azzurre il comasco Stefano Fraquelli, tecnico che prepara il gruppo olimpico femminile.
Domani il pallavolista Simone Anzani cercherà invece il riscatto insieme ai suoi dopo la pesante sconfitta contro la Polonia. L’azzurro di Bizzarone scenderà in campo alle 12.40 ora italiana contro il Giappone, avversario per niente da sottovalutare. Si tratta del terzo incontro della fase a gironi il cui esito sarà determinante per la corsa ai quarti di finale.
Infine, la scherma. Dopo il successo della spada, con le azzurre medaglia di bronzo, cresce l’attesa per la gara a squadre di fioretto che vedrà impegnata anche Arianna Errigo insieme con le atlete Alice Volpi, Martina Batini ed Erica Cipressa. Purtroppo le gare individuali hanno lasciato l’amaro in bocca a tutte le atlete, Errigo compresa. Dopo 29 anni, per la prima volta, il fioretto femminile non ha un’azzurra sul podio olimpico, ma nella notte di del 29 luglio (ora italiana prevista 3:50) i quarti di finale potrebbero riscattare i colori azzurri.
Nata nel 1988 a Monza, la schermitrice azzurra di fioretto è cresciuta sportivamente nella Comense. Nel 2012 a Londra ha vinto un oro a squadre e un argento individuale per la società nerostellata. Ora è nel Gruppo Carabinieri e vive nel Lazio.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.