Tokyo: Tamberi "tanti sacrifici, ma è solo un arrivederci"

Campione dell'alto: "Unica cosa è come reagire a ciò che accade"

(ANSA) – ROMA, 24 MAR – Un infortunio gli ha tolto i Giochi di Rio, il coronavirus lo costringerà a dover aspettare più del previsto l’appuntamento con l’Olimpiade di Tokyo, ma Gianmarco Tamberi non è uno che si piange addosso e anzi rilancia. "Non possiamo decidere che cosa accadrà nella nostra vita, l’unica cosa che possiamo fare, è decidere come reagire a ciò che ci accade" scrive su Facebook il campione azzurro di salto in alto dopo l’ufficialità del rinvio di un anno dell’evento giapponese a cinque cerchi. "Ho sacrificato interamente la mia vita privata in questi ultimi quattro anni. Ho messo da parte qualsiasi pensiero di fare una famiglia, di vivere le mie amicizie come un ragazzo normale, di ricambiare il tempo che mi viene regalato da tutte le persone che mi vogliono bene. Ho messo da parte tutto quanto, mettendo davanti un solo pensiero. Pensiero che era diventata una dolce ossessione con cui convivere – le parole di Gimbo – E ora mi guardo allo specchio dopo aver letto le notizie al giornale. Una lacrima scende lenta nel viso nello stesso canale ben scolpito dalle lacrime di 4 anni fa e capisco. Capisco che tutto questo è stato fatto per un qualcosa che non ci sarà… E se quella volta scrissi, addio Rio, addio mia Rio… Ora forse un po’ riesco a consolarmi nel darti l’arrivederci! Arrivederci Tokyo, arrivederci mia Tokyo!". (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.