Tombe “dimenticate” nei cimiteri. È partita la caccia agli eredi

I camposanti – Via anche alla vendita di spazi per chi vuole una cappella di famiglia
Ma per arginare il degrado delle strutture mancano le risorse
Tombe di famiglia dimenticate al Cimitero monumentale di Como e caccia agli eredi perché rinnovino le convenzioni oppure diano il via libera allo spostamento dei loro cari, spesso sepolti da decenni. Alle prese con i problemi di mancanza di spazio nei principali camposanti, il Comune sta mettendo a punto un piano per risolvere il problema dei sepolcri chiaramente dimenticati. Via libera intanto anche alla vendita di spazi nei cimiteri dei quartieri periferici per chi volesse costruire una cappella

di famiglia. Il costo base per 16 metri quadrati è di 40mila euro.
Il problema è emerso con sempre maggiore rilevanza negli ultimi mesi. «Alla luce della carenza di posti il tema delle tombe dimenticate assume un’importanza particolare – conferma Etta Sosio, assessore ai Cimiteri – Soprattutto al Monumentale e a Camerlata abbiamo verificato l’esistenza di numerose tombe di famiglia, perlopiù datate, che sono chiaramente ormai abbandonate. Si tratta di sepolcri tutti antecedenti al 1975, anno in cui è stata cancellata la concessione a tempo indeterminato, possibile fino ad allora».
«Non possiamo procedere d’ufficio alla riesumazione delle salme solo perché nessuno si fa avanti – continua l’esponente di Palazzo Cernezzi – È obbligatorio attivare una procedura complessa, che prevede la ricerca degli eredi per avere la loro autorizzazione. Stiamo valutando come procedere perché l’iter richiede tempo e risorse e dobbiamo organizzarci al meglio».
E se da un lato ci sono le tombe dimenticate, dall’altro crescono invece le domande di cittadini interessati a uno spazio per realizzare una tomba o cappella di famiglia.
«Da tempo era stata bloccata la possibilità di assegnare un’area ai privati perché non c’erano perizie aggiornate sul valore dei terreni – spiega Etta Sosio – Mi sono personalmente attivata per ovviare al problema e ora siamo nuovamente in grado di vendere ai privati interessati spazi nei cimiteri, ad eccezione del Monumentale dove non ci sono aree a disposizione. Il prezzo è stato fissato in 40mila euro per uno spazio di 16 metri quadrati».
Uno spazio è già stato assegnato. «A Camerlata è già stata portata a termine la procedura per l’acquisto di un’area per la realizzazione di una cappella di famiglia – conclude l’assessore ai servizi cimiteriali di Palazzo Cernezzi, Etta Sosio – So già che intanto l’iter è avviato anche in un secondo caso ad Albate. Con questo intervento possiamo da un lato rispondere a una richiesta dei cittadini e dall’altro recuperare anche fondi sempre utili».
MONUMENTALE
Sul tema del degrado del Cimitero monumentale, dove sono evidenti buche, crepe e cedimenti della pavimentazione, interviene Francesco Scopelliti, assessore comunale all’Edilizia pubblica.
«I danni alla pavimentazione sono all’esame dei nostri tecnici – dice – Esiste il dubbio che si tratti di un problema legato anche alle ferrovie e al passaggio di treni più pesanti e veloci rispetto al passato. Dobbiamo fare le necessarie verifiche per poi decidere come procedere. Nel frattempo, al di là della manutenzione ordinaria è noto come non ci siano altre risorse per intervenire. Invitiamo comunque i cittadini a segnalarci disagi e carenze nei cimiteri cittadini».
RICORRENZE
Ieri, nella giornata dedicata ai defunti, nella cappella del Monumentale è stata celebrata una messa preceduta dalla deposizione di una corona ai Caduti, in presenza delle autorità civili e militari. Domani, alle 10.15, celebrazione al Monumento ai Caduti di viale Puecher nella giornata dell’Unità nazionale e delle forze armate.

Anna Campaniello

Nella foto:
Nei vialetti del Cimitero monumentale sono evidenti buche, crepe e cedimenti nella pavimentazione (foto Mv)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.