Torna “Border – Storie di confine” in diretta su Espansione Tv

Emergenza sanitaria Covid a Como

Uno strumento di conoscenza e di rappresentanza in più per i frontalieri lariani che grazie a Espansione Tv hanno una nuova platea, una palestra di idee attraverso la quale informarsi, discutere e approfondire i temi che stanno più a cuore a una categoria strategica per l’economia del territorio e per la tenuta sociale delle aree di confine, Svizzera compresa.
Torna mercoledì sera, alla seconda puntata, la nuova trasmissione Border – Storie di confine, il nuovo format serale dell’emittente Espansione Tv, canale 19 del digitale terrestre: la trasmissione prevede un approfondimento settimanale sulle vicende economiche, politiche e sociali che attraversano la frontiera fra Italia e Svizzera. Il lavoro e i suoi risvolti nella vita quotidiana tra normative che cambiano e crisi in atto, pandemia compresa.
Un confine lungo, affascinante e complesso, dal quale passano ogni giorno 70mila frontalieri, tra i quali molti comaschi. Ma passano anche notizie da riportare e storie da raccontare.
Border – Storie di confine sarà in onda ogni mercoledì, in diretta, a partire dalle 20. La trasmissione è curata dalla redazione di Etv e viene condotta dalla giornalista Anna Campaniello, che ogni settimana intervisterà protagonisti e rappresentanti della vita di frontiera.
Ospiti in studio, telefonate (allo 031.30.00.655) e linee WhatsApp (335.70.84.396) per gli interventi in diretta dei telespettatori ma anche servizi in esterna e collegamenti dalla Lombardia e dal Canton Ticino.
In studio mercoledì prossimo ci sarà tra gli altri Pancrazio Raimondo, segretario generale della Uil Frontalieri, e via Skype sarà collegato in diretta Paolo Barcella, professore di Storia contemporanea e Storia dell’America del Nord all’Università di Bergamo. Il docente si occupa di storia delle migrazioni italiane, di storia sociale dell’Alta Lombardia e di movimenti e culture xenofobe in Europa.
Il tema sarà la realtà economica dei frontalieri in relazione alla crisi pandemica in atto e, in prospettiva appunto storica, il percorso fin qui compiuto dal frontalierato per conquistare identità e rappresentanza sul fronte economico e istituzionale.
Il frontalierato in tutti i suoi aspetti insomma sarà al centro della nuova trasmissione di Espansione Tv. Dare voce a chi ancora non l’ha pienamente, e non ha ad esempio ancora uno statuto giuridico di riferimento condiviso tra gli Stati è uno degli scopi della trasmissione, che va in onda da una regione, la nostra Lombardia, tra le quattro aree considerate “motori d’Europa”. La nuova trasmissione di Espansione Tv è in collaborazione con la redazione del “Corriere di Como” che da tempo ospita ogni domenica la doppia pagina di approfondimento del “Corriere della Frontiera”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.